La Provincia di Biella > Attualità > Contro il Sushich di Biella solo articoli fomentati da invidia e gelosia
Attualità, Senza categoria Biella -

Contro il Sushich di Biella solo articoli fomentati da invidia e gelosia

Continua la polemica

BIELLA – Gentile direttore, devo dire che sono rimasta sconcertata nel leggere i tre articoli apparsi in rete sui commenti ad un nuovo esercizio di ristorazione, nella fattispecie il ristorante Sushic di Viale Macallè a Biella.

E’ sacrosanto che ognuno sia libero di apprezzare o meno sia la qualità del cibo che il servizio offerto e che esista la libertà di opinione e di stampa , detto questo trovo sconveniente, poco elegante e assolutamente diffamatorio questo tipo di accanimento nei confronti di persone che hanno investito denaro e lavoro e che stanno fornendo un ottimo servizio. Avvalorato dalle presenze costanti e soddisfatte.

Si tratta di un gruppo di giovani ragazzi ( il titolare è un imprenditore lombardo, ma anche fosse stato cinese? facciamo del razzismo puro? il mondo è cambiato! e meno male che qualcuno viene ancora ad investire a Biella, città che per colpa di certe retrograde mentalità sta scomparendo, che penso si stiamo impegnando al meglio, magari, anzi senza dubbio, avranno ancora da perfezionare qualche aspetto, ma creda, essendoci stata più volte, Le posso dire che la gentilezza non è mai venuta a mancare , e tanto meno il servizio.

Quello che stupisce è che certe persone pretendano di poter “esagerare “ spendendo “quasi niente”. Mi dispiace aver avuto la sensazione, non solo mia, che questi articoli fossero stati costruiti ad arte, fomentati forse dall’invidia e dalla gelosia.

Biella è una bella città, magari dovremmo imparare l’umiltà e la cortesia e che con la gentilezza sicuramente i risultati di ogni azione e reazione sarebbero migliori.

Sono certa che un posto così bello, che piace a tutte le generazioni e che dà soprattutto la possibilità ai giovani e giovanissimi di poter cenare o pranzare con gli amici senza gravare molto sulle famiglie, sia un luogo da promuovere.

Come ultima cosa vorrei dire che non ho visto posti “da proletari” rispetto a quelli “vip” sull’acqua ma solo posti belli e sorrisi accompagnati da qualche risata per chi in quell’acqua distrattamente ci finisce!

Ps : forse nessuno ha notato che questi signori, cosa che raramente si ha occasione di vedere  nei ristoranti, hanno posto due toilette per disabili , una maschile e una femminile, grande senso di civiltà e rispetto, contrariamente a tutte le cattiverie e polemiche espresse. A volte è meglio valutare le concretezze positive che soffermarsi su dettagli migliorabili che possono capitare ovunque.
Paola

© riproduzione riservata