La Provincia di Biella > Attualità > In due lasciano la Lega per Fratelli d’Italia
Attualità Biella -

In due lasciano la Lega per Fratelli d’Italia

BIELLA -La sezione di Biella di Fratelli d’Italia ha ufficializzato l’ingresso nel movimento di due esponenti provenienti dalla Lega. E l’ha fatto in pompa magna con un’apposita conferenza stampa alla quale ha preso parte tutto lo stato maggiore del partito. Un risalto che certamente non avrà fatto piacere all’alleato in un momento in cui i rapporti nel centrodestra non sono dei migliori visto il rifiuto leghista dei mesi scorsi di “rimpastare” la giunta cittadina con un nuovo vicesindaco da affiancare a Claudio Corradino.
Per l’occasione alla conferenza stampa di presentazione dei due nuovi iscritti avvenuta lunedì nella sede di via Italia erano presenti il segretario provinciale Cristiano Franceschini, il deputato Andrea Delmastro, l’assessore Regionale Elena Chiorino, l’assessore comunale Davide Zappalà e il capogruppo in consiglio comunale a Palazzo Oropa Livia Caldesi.
Il segretario Cristiano Franceschini ha così accolto Fulvio Chilo’ e Giuseppe Landoni: «Fratelli d’Italia è un partito che ha fatto della coerenza il suo valore aggiunto, per questo sempre più persone si riconoscono nei nostri ideali e vedono in noi l’unica risposta credibile in un panorama politico deficitario. Diamo il benvenuto a Fulvio e Giuseppe». Questo invece è stato il saluto di Andrea Delmastro: «Siamo una classe dirigente che dimostra coerenza che altri non hanno allo stesso modo. Il nostro partito acquisisce sempre più consensi ed è sempre più attrattivo. Valdilana è un capitolo importante, lavoreremo su questioni prioritarie come montagna e turismo».
Chilo‘ e Landoni hanno spiegato che l’abbandono della Lega non è legato a motivi personali ma è stata una decisione dettata dal sentimento di abbandono e isolamento vissuto durante lo sviluppo di progetti importanti. La decisione di lasciare la Lega era stata così motivata nell’aprile scorso da Chilò: «E’ stata una decisione maturata nell’ultimo periodo. Credo di aver lavorato bene sul territorio e sono contento di lasciare comunque un buon numero di tesserati che potranno portare avanti l’attività politica. Io e Giuseppe abbiamo condiviso tante battaglie e siamo alla fine giunti a una decisione comune».

© riproduzione riservata