Seguici su

Eventi e cultura

Biella, dopo un anno esatto dallo stop ripresa dei campionati di ginnastica artistica

Pubblicato

il

BIELLA – Sabato 6 e domenica 7 febbraio si sono tenute all’Accademia dello Sport APD Pietro Micca i campionati di Ginnastica artistica serie D Zona tecnica 2 che ha visto rappresentate le provincie di Biella, Vercelli, Novara e Cusio Ossola impegnate con le gare delle categorie allieve, junior e senior.

Finalmente l’Accademia riapre le porte alle competizioni ad un anno esatto dallo stop. L’impegno organizzativo per rispettare le norme e far gareggiare le squadre in totale sicurezza è stato notevole, ma la soddisfazione ha ampiamente ripagato tutti. 

Per i colori Pietro Micca sono scese in campo per prime le piccole allieve Borghetto Aurora, Carbone Amelia, Delpiano Giorgia, Lunghi Emma e Mantoan Viola alla loro prima esperienza in assoluto. La più giovane rappresentativa del livello LC allieve è riuscita a salire sul gradino più alto del podio. Sono poi scese in pedana le junior e senior, suddivise in due squadre formate rispettivamente da Debernardi Giulia, Destefanis Federica, Passini Isotta e Tavaretti Margherita classe 2008 che si sono classificate terze e Debernardi Nina, Destefanis Beatrice, Eusebio Francesca e Polto Martina che hanno ottenuto la quinta posizione entrambe nel campionato LD. 


Fine settimana pieno di emozioni anche per le squadre maschili che hanno mostrato le loro capacità nella prima prova campionato serie D silver GAM a Torino.  È scesa in campo per prima la squadra formata dagli allievi Christian Contran, Tommaso Lunghi, Andrea Roveyaz nella categoria LC, classificandosi primi.  Per quanto riguarda invece la categoria LE junior e senior la squadra composta da Federico Ibba, Davide Mascherpa, Leo Mirci e Sandro Varnero ha conquistato la medaglia d’oro. 

Grande soddisfazione quindi in casa Pietro Micca da parte della responsabile tecnica Marica Giovannini e degli allenatori Anna Fongaro, Giulio Antoniotti, Laura Martinelli e Noemi Ferraris. 

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *