Seguici su

Sport

L’incerottata Edilnol sfida la “ferita” Verona

Pubblicato

il

BIELLA – E’ il Covid il tema centrale della settimana e il campionato passa inevitabilmente in secondo piano.

C’era da aspettarlo, lo sanno appassionati e addetti ai lavori, questo è il prezzo da pagare per scendere in campo e portare a termine una stagione ai tempi della pandemia. Certo è che ne avremmo fatto volentieri a meno tutti quanti, però così è e bisogna fare di necessità virtù.

Ecco allora che proviamo a dare una parvenza di normalità e parliamo dunque del prossimo turno di serie A2. Il calendario vedrà Pallacanestro Biella ospitare domani al Forum la Scaligera Verona (palla a due alle tradizionali ore 18).

La settimana appena trascorsa dall’Edilnol è stata senza ombra di dubbio strana e difficile. I rossoblù avrebbero dovuto giocare mercoledì sera a Capo d’Orlando, ma martedì la sfida è stata rinviata a causa della positività al tampone di Matteo Pollone è andata ad aggiungersi a quella di Deontae Hawkins, del preparatore atletico Roberto Marocco (che però dovrebbe essere già guarito) e di uno dei giovani aggregati. Quattro elementi del gruppo squadra positivi al Coronavirus non sono dunque il modo migliore per prepararsi a una partita estremamente impegnativa come quella contro la Tezenis, che arriva dopo i ko interni maturati con Bergamo e Tortona che hanno fatto suonare nuovamente il campanello d’allarme.

Se Atena piange, Sparta non ride sicuramente. Infatti sulla sponda veronese la situazione non è delle migliori. I gialloblù sono stati costruiti in estate per lottare al vertice e giocarsi la promozione nella massima serie, invece ora hanno appena quattro punti in più rispetto a Biella con un record di sei vittorie e nove sconfitte. Proprio in queste ore hanno deciso di provare a dare una sferzata all’ambiente: esonerato Andrea Diana, al suo posto è tornato Alessandro Ramagli.

Al di là della caratura e dei problemi degli avversari, in casa Edilnol a tenere banco è ovviamente il “toto-formazione”. Ci sarà Ursulo D’Almeida, arrivato in città giovedì a sostituire Wojciechowski, non sarà del match Pollone, ma si proverà a fare un tentativo per recuperare in extremis Hawkins.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *