Seguici su

Biella

Inseguimento e arresto della Polizia locale di Biella: il grazie di Moscarola

“Abbiamo rischiato la tragedia… L’automobilista non aveva mai conseguito la patente”

Pubblicato

il

Invece che fermarsi al controllo in strada della polizia locale ha iniziato ad accelerare cercando di scappare tra semafori rossi e rotonde con a sua 600. Alla fine la fuga di un 24enne è terminata con l’arresto. L’accusa è di resistenza a pubblico ufficiale.

L’episodio risale alla giornata di mercoledì ed è avvenuto in centro a Biella. Alla fine è stato un furgone in corso San Maurizio a mettersi di lato sbarrando la strada all’auto prima che questa potesse investire qualcuno.

Nella sua fuga infatti il 24enne ha “bruciato” semafori mettendo in pericolo anche i pedoni

Il grazie del vice sindaco

In un post su Facebook il vice sindaco di Biella Giacomo Moscarola ha ringraziato gli agenti della Polizia locale.

“Un sentito ringraziamento agli agenti della Polizia Locale che mercoledì pomeriggio hanno tratto in arresto un soggetto che ha seminato il panico per mezza città, scappando dopo non essersi fermato all’alt degli agenti. Dopo aver preso strade contromano, dopo essere passato con vari semafori rossi, dopo aver rischiato incidenti ed investimenti, il soggetto ( che non aveva mai conseguito la patente) è stato fermato ed arrestato dagli uomini di via tripoli 48! Un sentito grazie per la vostra professionalità che ha permesso che la corsa di un folle non si trasformasse in tragedia! Da quando mi sono insediato alla guida politica della Polizia Locale di Biella ho cercato di far abbandonare la vecchia visione del vigile urbano che sa solo multare per soste o dischi orari, per trasformare in un comando più al passo con i tempi con visioni più moderne e mezzi efficienti! Noto con orgoglio che i risultati stanno arrivando! Ancora un grazie agli agenti e ufficiali della Polizia Locale per tutto ciò che fanno ogni giorno per la nostra sicurezza”.
2 Commenti

2 Comments

  1. ernesto trismegisto

    6 Ottobre 2023 at 12:25

    Da mettere in gattabuia a pane e acqua come si faceva una volta !!!

  2. giacomo

    6 Ottobre 2023 at 16:51

    Pena severa per colui il quale ha creato tutti questi problemi.
    Per quanto riguarda le forze dell’ordine, hanno fatto il loro dovere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *