La Provincia di Biella > Attualità > Covid-19, le scuole di Biella rischiano di chiudere
Attualità Biella Fuori provincia -

Covid-19, le scuole di Biella rischiano di chiudere

Firmato il nuovo DPCM con le misure in vigore dal 6 marzo

Il Presidente Mario Draghi ha firmato oggi, martedì 2 marzo, il nuovo decreto del Presidente del Consiglio dei ministri (DPCM) che detta le misure di contrasto alla pandemia e di prevenzione del contagio da COVID-19.

Il DPCM sarà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile 2021 e conferma, fino al 27 marzo, il divieto già in vigore di spostarsi tra regioni o province autonome diverse, con l’eccezione degli spostamenti dovuti a motivi di lavoro, salute o necessità.

Le scuole potrebbero chiudere

Tra le principali novità ci sono sicuramente le nuove disposizioni sul tema scuola. Dal 6 marzo, infatti, si prevede nelle zone rosse la sospensione dell’attività in presenza delle scuole di ogni ordine e grado, comprese le scuole dell’infanzia ed elementari. Resta garantita la possibilità di svolgere attività in presenza per gli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

Nella zone arancioni e gialle i Presidenti delle regioni potranno disporre la sospensione dell’attività scolastica:

  1. nelle aree in cui abbiano adottato misure più stringenti per via della gravità delle varianti;

  2. nelle zone in cui vi siano più di 250 contagi ogni 100mila abitanti nell’arco di 7 giorni;

  3. nel caso di una eccezionale situazione di peggioramento del quadro epidemiologico.

La città di Biella è a rischio purtroppo, le scuole nei prossimi giorni dunque potrebbero chiudere.

Tutti gli approfondimenti sul giornale La Nuova Provincia di Biella in edicola domani

© riproduzione riservata