Seguici su

Eventi e cultura

Susy e il sogno di tornare ad Alghero

Pubblicato

il

Sabato prossimo presenterà il nuovo appuntamento di Su Nuraghe Film

Sabato prossimo, 16 novembre, a Biella, alle ore 21, nelle sale del “Punto Cagliari”, in via Galileo Galilei, 11, nuovo appuntamento con “Su Nuraghe Film”, lezioni di cinema  “per conoscere la Sardegna attraverso il film d’autore”.  Ingresso libero.

La serata sarà presentata da Susy Gazzara Cuccuru, nata a Biella nel 1967, da madre sarda di Pozzomaggiore (Sassari) e padre della provincia di Cuneo. Mamma di due figli, è sposata con Carlo Rossetti, Biellese di Borriana. Il suo sogno nel cassetto: studiare “veterinaria”, interrotto per andare a lavorare prima come operaia in fabbrica e, poi, nel settore della ristorazione. Attualmente, con la crisi che a Biella morde particolarmente, la sua attività si sta trasferendo nel Bresciano, a contatto diretto con la natura, presso un grande centro agrituristico “con oltre cento cavalli e laghetto per pesca sportiva”, informa Giusy con un sorriso luminoso.

“Il mio raporto con la natura e la Sardegna in particolare, è sempre stato molto forte e intenso, vissuto da figlia verso la Terra madre che scalda il cuore come solo chi è nato lì, e i figli come noi, nati lontano dalla nostra Isola, possono capire”, afferma con un velo di orgoglio e malinconia. “Mi sono recata in Sardegna nella tarda primavera di quest’anno, prima di decidere se intraprendere il nuovo lavoro lontano da Biella – continua – andando a trovare e salutare i numerosi parenti che vivono tra Pozzomaggiore e Cagliari, sperando, non lo nascondo, di andare a vivere ad Alghero per lavorare lì, tra il mare cristallino, la piana della Nurra e le affascinanti colline dell’entroterra”.