La Provincia di Biella > Cronaca > “Neonato morto, una settimana fa l’ultimo bilancio di salute”
Cronaca Biella Valli Mosso e Sessera -

“Neonato morto, una settimana fa l’ultimo bilancio di salute”

Dall'Asl spiegano: "L'aspettavamo per il parto, ma non ci sono più stati contatti"

neonato morto

Sono poche le informazioni note sul drammatico caso del bimbo morto poco dopo essere nato in casa. Si sa, però, che la mamma nel corso dei mesi della gravidanza era stata seguita dall’ospedale di Borgosesia (nella fotografia).

neonato morto

L’ospedale di Borgosesia

«In merito al caso del decesso di un neonato a seguito di parto in casa – comunicano dall’Asl vercellese – come Asl Vercelli forniamo le informazioni in nostro possesso. La signora è stata seguita nel corso dei mesi di gravidanza presso il nostro ospedale di Borgosesia, effettuando tutti gli esami previsti e realizzando anche sette giorni fa il bilancio di salute: si tratta di una procedura che consente la preparazione di tutta la documentazione clinica in previsione del parto».

Negli ultimi sette giorni, però, non ci sarebbero stati ulteriori contatti: «Noi attendevamo la signora per il parto – proseguono dall’Asl -, ma come ospedale non siamo stati contattati in alcun modo e la signora non si è mai presentata. Ribadiamo l’impegno e lo sforzo organizzativo che l’Asl di Vercelli ha profuso in questi mesi per il mantenimento di un punto nascita che possa essere un riferimento sicuro per tutte le donne che devono partorire in Valsesia».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *