La Provincia di Biella > Politica > Scongiurato il rischio di depotenziamento del laboratorio analisi di Biella
Politica Biella -

Scongiurato il rischio di depotenziamento del laboratorio analisi di Biella

Cambio di rotta rispetto alla giunta Chiamparino

A segnalare questo “cambio di rotta” è il consigliere regionale Michele Mosca in un suo comunicato stampa che riportiamo integralmente.

In campagna elettorale avevo garantito che mi sarei battuto per non fare applicare la Delibera Regionale della Giunta Chiamparino che intendeva depotenziare il nostro laboratorio analisi inviando 2 milioni di esami a Novara riducendolo al lumicino e mettendo in tal modo a rischio i livelli occupazionali, oltre a creare potenziali disservizi per gli utenti e allungamento dei tempi di refertazione.

Oggi, a distanza di tre mesi dall’insediamento della nuova Giunta ed a seguito di una riunione tra funzionari regionali e dirigenti delle ASL interessate, è arrivata la notizia che la Regione è tornata sui propri passi e gli esami da trasferire a Novara sono solamente 200 mila l’anno.

Personalmente sono sempre stato scettico su questa operazione e fin da subito ho trasmesso i miei dubbi all’assessore alla Sanità Icardi che li ha condivisi ed a cui va il mio personale ringraziamento per l’attenzione dimostrata nei confronti della nostra provincia, ora, come da intese avvieremo un approfondimento in Commissione Sanità per verificare se effettivamente vi sia convenienza economica e funzionale per gli utenti a trasferire anche questa quota di esami in un altro laboratorio.

Per adesso, posso affermare che nulla cambierà fino al termine dei lavori di commissione e pertanto la promessa che feci in campagna elettorale è stata mantenuta.

Michele Mosca

Consigliere Regionale

Lega Salvini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente