La Provincia di Biella > Politica > Ecco come votare senza commettere errori
Politica Biella -

Ecco come votare senza commettere errori

A Biella è ammesso anche il voto disgiunto

Per quanto riguarda le elezioni comunali le modalità di espressione del voto cambiano in funzione della popolazione dei centri interessati. Nei comuni fino a 15.000 abitanti si può tracciare un segno solo sul candidato sindaco, solo sulla lista collegata al candidato sindaco o anche sia sul candidato sindaco che sulla lista collegata al medesimo candidato sindaco: in ogni caso il voto viene attribuito sia alla lista di candidati consiglieri che al candidato sindaco collegato. È eletto sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti.

Nei comuni con più di 15.000 abitanti – e quindi per quanto riguarda la nostra provincia la sola città di Biella Leggi anche Tutti i nomi degli oltre 400 candidati di Biella – esiste la possibilità del cosiddetto voto disgiunto, ovvero la possibilità di votare sia il sindaco preferito sia una lista non collegata al sindaco stesso, ovvero una lista avversaria. Leggi anche Gli elettori biellesi sono 156mila

In questo caso le regole del Dipartimento elettorale del Ministero sono chiare: «Il voto disgiunto viene attuato tracciando un segno sul candidato sindaco ed un altro segno su una lista non collegata: in questo caso il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista non collegata». Punto non esistono altre varianti.

Altra questione riguarda la preferenze di genere. Nei comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti si può esprimere una sola preferenza e quindi non ci sono problemi. Nei comuni invece con popolazione superiore a 5.000 abitanti è possibile esprimere due preferenze per i candidati a consigliere comunale, scrivendone il cognome nelle apposite righe tratteggiate poste al di sotto del contrassegno di lista. In caso di espressione di due preferenze, queste devono riguardare una candidata di genere femminile ed un candidato di genere maschile (o viceversa), pena l’annullamento della seconda preferenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente