La Provincia di Biella > Politica > Con Gentile o Corradino? Le opinioni meritano più rispetto
Politica Biella -

Con Gentile o Corradino? Le opinioni meritano più rispetto

Commento dopo il vergognoso attacco a Vittorio Barazzotto

Ieri mattina Claudio Corradino passeggiava nella galleria di via Vescovado, proprio sotto la nostra redazione. E’ entrato in tutti i negozi, ha stretto tante mani e si è confrontato con i commercianti. Lo ha fatto con la sua proverbiale simpatia e con la sua innegabile capacità di ascolto, due doti queste che nessuno gli può disconoscere.

Io voterò Dino Gentile, perché il mondo dei moderati è il mio mondo, ma sono convinto che anche Corradino saprà fare bene proprio grazie all’empatia che sa creare con i cittadini (cosa che invece è mancata totalmente a Marco Cavicchioli).
Spendo parole lusinghiere per Corradino, sebbene io sia più vicino al suo avversario, perché auspico che questi ultimi giorni di campagna elettorale vengano vissuti da tutti non come una guerra santa, ma per quello che dovrebbero essere, ovvero momenti di appassionata e civile contesa politica.

Invece, purtroppo, sta avvenendo il contrario: insulti e minacce popolano i social, mentre anche certi autorevoli politici si lasciano andare ad affermazioni impregnate di sangue e degne dei peggiori bar sport. Tutto questo non mi appartiene e mi rifiuto di credere che possa essere lo specchio della mia città.  Leggi anche Se ti schieri con Gentile se la prendono anche con tuo fratello morto

Gentile e Corradino sono due straordinarie persone. In passato hanno maturato esperienze amministrative importanti e questo già di per sé rappresenta una garanzia. Sono molto popolari e amati e si rapportano alla gente senza arroganza. Gentile non è di sinistra, come alcuni lo vogliono dipingere. E Corradino non è un fascista, come sostengono altri.  Io scelgo il primo perché mi sembra più rassicurante, altri scelgono il secondo perché lo vedono come uomo del cambiamento. Entrambe le scelte sono legittime. Entrambe le scelte meritano rispetto.

Massimo De Nuzzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente