Seguici su

Eventi e cultura

Alpini, domani il primo voto sull’Adunata 2022

Pubblicato

il

Domani, sabato 1° febbario, è in programma la prima delle due decisive votazioni per l’assegnazione a Biella dell’adunata nazionale 2022 degli alpini. L’occasione è data dalla riunione dei presidenti del I Raggruppamento che comprende Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta. Saranno 25 i responsabili delle sezioni territoriali chiamati a scegliere fra le città candidate a ospitare la manifestazione: oltre a Biella, anche Alessandria e Genova. La votazione è a scrutinio segreto e, come prevede il regolamento dell’associazione, se al primo turno nessuno otterrà la maggioranza assoluta dei votanti si procederà al ballottaggio tra le prime due classificate. La città prescelta diventerà così la candidata ufficiale del Raggruppamento e verrà portata in seno al Consiglio nazionale insieme alle prescelte degli altri tre Raggruppamenti. Il voto decisivo, quello appunto del consiglio nazionale di Milano, è previsto nel prossimo autunno. Alla votazione di sabato la sezione di Biella sarà rappresentata, ovviamente, dal presidente Marco Fulcheri. La riunione è in programma a partire dalle ore 9 e terminerà entro l’ora di pranzo.
Se Genova ha già ospitato in passato quattro adunate nazionali, Biella e Alessandria sono invece all’asciutto. Tra l’altro la candidatura alessandrina era stata posta anche per l’adunata 2021 ma non ha ottenuto i voti necessari, così come peraltro era accaduto a Biella nel 2002 quando la scelta definitiva fu Catania.
Ricordiamo che l’edizione 2020 dell’adunata nazionale si svolgerà a Rimini (città inserita nel II Raggruppamento) il prossimo mese di maggio mentre per quella del 2021 la città prescelta è stata Udine (III Raggruppamento). Considerando che il consiglio nazionale dell’Ana privilegia una certa alternanza tra le diverse aree geografiche, per l’adunata nazionale 2022 la sfida dovrebbe essere tra una località del I e il IV Raggruppamento, quindi il Nord Ovest contro il Centro-Sud Italia.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *