Seguici su

Cronaca

Ragazzino di Biella massacrato di botte dopo una lite sul videogioco Fortnite

Pubblicato

il

BIELLA – Ragazzino di 15 anni massacrato di botte da un gruppo di coetanei. E’ successo la notte scorsa, verso l’una, a Biella nei giardini davanti al liceo classico. La giovane vittima è stata presa a calci e pugni e poi colpita al viso con un sasso. La prognosi è di tre settimane.

A picchiarlo è stato un gruppo di coetanei del Villaggio Lamarmora composto da dieci adolescenti di età compresa fra i 13 e i 20 anni.

L’assurdo motivo del contendere è legato ad un videogioco di grande successo, Fortnite. Su questo videogioco i ragazzini si sono insultati e minacciati, fino ad arrivare alla spedizione punitiva dell’altra notte. I protagonisti della spedizione punitiva sono stati tutti identificati.

Si tratta di otto minorenni e di due ragazze ventenni, tutti segnalati all’autorità giudiziaria.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *