La Provincia di Biella > Cronaca > Raffica di multe sulla provinciale con il Velo ok
Cronaca Circondario -

Raffica di multe sulla provinciale con il Velo ok

Ben 26 contravvenzioni elevate su 500 veicoli transitati

Raffica di multe sulla provinciale con il Velo ok
Sono i dati che contano, non le parole e a Ronco ci sono, eccome.
Ben 26 contravvenzioni elevate su 500 veicoli transitati. Questo è il risultato ottenuto a seguito di una mattinata trascorsa all’insegna dei controlli sulla via Provinciale a Ronco.
Giovedì della scorsa settimana gli agenti della Polizia municipale si sono posizionati lungo l’arteria con tanto di “velo ok”, l’impianto mobile per la rilevazione della velocità.
Dal controllo effettuato, e dalle auto sanzionate, è emerso quindi che i problemi legati all’alta velocità in paese effettivamente esistono.
L’area dove sono avvenuti i controlli, tra l’altro, si trova a due passi dal centro. Tempo fa, alcuni cittadini si erano giustamente lamentati, segnalando appunto il fatto che alcune auto transitando nella zona sfrecciano come fossero in pista.
Della situazione ne parla il sindaco Carla Moglia: «In attesa della telecamera che installeremo nell’area, abbiamo deciso di collocare il rilevatore di velocità mobile solo durante i controlli, per evitare che installando nuovamente un impianto fisso venga di nuovo danneggiato com’è successo a settembre. Sono contenta che dal controllo siano stati raccolti dei buoni frutti. Noi non abbiamo nessuna intenzione di fermarci. Le infrazioni rilevate non sono altro che la dimostrazione che la situazione è molto grave e di conseguenza va monitorata. Dobbiamo garantire la sicurezza di tutti i cittadini. Per questo nel corso dell’anno i controlli sono stati effettuati lungo diverse vie del paese».
Il commissario della Municipale Gianni Boscolo, presente durante i controlli, rende noto che molti veicoli superavano addirittura i 90 chilometri orari.

«Non abbiamo nessuna intenzione di multare la gente solamente per far cassa – continua Carla Moglia -. Questa non è la finalità dell’operazione, sia chiaro. Ripeto ancora una volta che la sicurezza è di vitale importanza, quindi, lancio un messaggio chiaro: gli automobilisti devono rispettare il limite, e nessuno li toccherà nelle loro tasche».

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente