La Provincia di Biella > Cronaca > Incendio Bergadano: “Concentrazione di inquinanti nell’aria inferiore ai limiti”
Cronaca Circondario -

Incendio Bergadano: “Concentrazione di inquinanti nell’aria inferiore ai limiti”

Arpa Piemonte monitora la zona e rassicura i cittadini.

L’incendio di Gaglianico non ha provocato pericoli per l’aria che si respira.
Arpa ha monitorato la situazione dell’aria dopo l’incendio che si è sprigionato all’alba di lunedì. Ecco quanto viene riportato sul sito dell’agenzia regionale per la tutela dell’ambiente.
“Questa mattina si è sprigionato un incendio nella ditta Bergadano di Gaglianico. La ditta si occupa di recupero di rifiuti non pericolosi. A bruciare sono carta e plastica. I tecnici di Arpa Piemonte, allertati dai vigili del fuoco, stanno monitorando l’aria in direzione dei paesi attigui per verificare eventuali aree interessate dalla ricaduta dei fumi, sulla base delle condizioni meteorologiche”.
“Sono stati effettuati – spiegano ancora dall’Agenzia regionale per l’Ambiente – monitoraggi nei comuni di Gaglianico, Sandigliano, Ponderano e Mongrando. Il monitoraggio è condotto con l’utilizzo di strumentazione da campo per la ricerca di possibili parametri della combustione (Monossido di carbonio, Acido Cloridrico, composti organici volatili). Il monitoraggio, per ora, non ha evidenziato la presenza nell’aria di inquinanti in concentrazioni superiori ai limiti di rilevabilità strumentale nei luoghi abitati e ha rilevato inquinanti nella zona più prossima alla ditta interessata dall’incendio (zona in cui è vietato l’accesso se non a chi si occupa dello spegnimento dell’incendio), ma senza concentrazioni rilevanti e comunque al di sotto dei limiti”.
I monitoraggi sono proseguiti nella giornata di ieri sia con la strumentazione portatile, per avere degli esiti in breve tempo, sia con campionatori per specifiche analisi di laboratorio. I rilievi effettuati nelle zone di possibile ricaduta non hanno evidenziato la presenza nell’aria di inquinanti in concentrazioni superiori ai limiti di rilevabilità strumentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente