Seguici su

Cronaca

Biella, pallonate, sacchi dell’immondizia e pietre contro le auto

Pubblicato

il

BIELLA – Palloni, sacchi dell’immondizia, addirittura pietre. Sono gli oggetti lanciati contro le auto di passaggio dai giovani protagonisti di un gioco tanto stupido, quanto pericoloso. Un gioco che va avanti ormai da alcune settimane, come confermano diverse segnalazioni arrivate anche alla nostra redazione.
Diversi episodi sono avvenuti in corso 53° Fanteria, ma anche nei pressi di piazza Falcone e nell’area del Bennet, al confine tra Villaggio Lamarmora e Masarone.


«Mi è successo un paio di settimane fa – racconta una delle vittime -. Erano quasi le 22 e stavo rientrando a casa prima che scattasse il coprifuoco, quando all’improvviso ho sentito una gran botta, come se qualcosa avesse sbattuto violentemente contro la mia macchina. Mi sono spaventato, non capivo cosa fosse successo, anche perché attorno a me non sembrava esserci nessuno».
Fermatosi poco più in là per constatare eventuali danni, l’automobilista ha notato un’evidente ammaccatura sulla carrozzeria.
«Sono tornato indietro per cercare di capire meglio cosa potesse essere successo – continua – ed è successo nuovamente: questa volta, però, ho visto un pallone rotolare subito dopo la “botta”. Qualcuno, nascosto da qualche parte, stava evidentemente tirando pallonate alle auto di passaggio».


Esperienze analoghe sono state vissute anche da altri biellesi: «Non capivo cosa fosse successo – testimonia uno di loro -, poi, guardando dallo specchietto retrovisore, ho visto che anche altre vetture inchiodavano passando nel punto in cui avevo sentito il colpo poco prima».


Se le vie scelte per questo assurdo passatempo sono diverse, gli orari sembrano essere sempre più o meno gli stessi: il gruppetto solitamente agisce tra le 21,30 e le 22.


Oltre alle pallonate, nei giorni scorsi sono stati segnalati anche sacchi della spazzatura lanciati sul cofano delle vetture.
«Stanno nascosti in un angolo – ricostruisce un testimone – mentre uno di loro tiene d’occhio la strada e avvisa gli altri quando un’auto si avvicina. Quindi lanciano quello che hanno a portata di mano e poi si dileguano».


Le testimonianze sono numerose, anche perché si tratta di un’area in cui sorgono molti palazzi. Più di un residente si è accorto dello sgradevole fenomeno.
«Una volta – sottolinea uno di loro – ho visto un’auto sbandare e rischiare un frontale dopo che sul cofano le era finito un sacco della spazzatura. E’ pericoloso».
Alcuni giorni fa, il “salto di qualità”: non più pallone e immondizia, ma addirittura una pietra scagliata contro un veicolo.


E’ successo verso le 22 di domenica, nei pressi dello skate park di Biella. La persona che si trovava al volante della vettura – che ha subito un danno di alcune centinaia di euro – ha immediatamente allertato le forze dell’ordine per segnalare quanto successo.
In pochi minuti sul posto sono arrivati carabinieri e polizia, che hanno intercettato un gruppo di cinque ragazzi. Due sono stati fermati subito, gli altri tre poco più tardi, dopo aver tentato inutilmente di far perdere le proprie tracce. Un dettaglio lascia basiti: non si tratta di ragazzini, sono tutti maggiorenni, con età comprese tra i 18 e i 23 anni.


Sono stati sanzionati e dovranno rispondere per aver violato le disposizioni anti-Covid.
Il sospetto è che proprio questi cinque ragazzi fossero i responsabili di quanto successo poco prima. E’ molto probabile, però, che più in generale siano coinvolte anche altre persone in quello che sembra essere un “gioco” fin troppo diffuso.
Su quanto accaduto stanno indagando i carabinieri di Biella. Non è da escludere che, al termine dei loro accertamenti, possa scattare più di una denuncia per atti vandalici.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *