La Provincia di Biella > Attualità > Vigliano, previste delle agevolazioni per ampliamento o riapertura di attività chiuse da 6 mesi
Attualità Circondario -

Vigliano, previste delle agevolazioni per ampliamento o riapertura di attività chiuse da 6 mesi

C'è tempo fino al 28 febbraio per presentare le domande

L’Amministrazione comunale di Vigliano, nel recepire una specifica previsione del cd “Decreto crescita”, istituisce uno specifico fondo a sostegno dell’ampliamento o della riapertura di esercizi commerciali, artigianali e di servizi sul territorio.

La promozione delle aziende

“Promuovere ed agevolare le imprese locali è un nostro preciso obiettivo e l’istituzione di questo fondo – spiega il Sindaco, Cristina Vazzoler – è pienamente in linea con le agevolazioni in materia di tariffa rifiuti che il nostro ente ha approvato nello scorso mese di dicembre, con la riduzione fino al 30% della parte variabile per gli operatori economici che comprovino l’avvio al recupero di rifiuti assimilati agli urbani e lo sgravio fino al 30% per tutte le nuove imprese per il primo anno di attività. Ora, invece, la fonte normativa è l’articolo 30-ter della legge n° 58/2019, che prevede agevolazioni per la promozione dell’economia locale e i beneficiari saranno quanti intendono riaprire un’attività ferma da almeno 6 mesi, o ampliarne una già attiva: i tributi comunali dovuti saranno ridotti, fino all’abbattimento. Si tratta di un’iniziativa interessante perché non si limita ad un incentivo una tantum, ma diviene una misura strutturale di sostegno agli operatori economici per un quadriennio.


I settori interessanti

I settori interessati sono: artigianato, turismo, fornitura di servizi destinati alla tutela ambientale, servizi destinati alla fruizione di beni culturali, fornitura di servizi destinati alla fruizione del tempo libero e commercio al dettaglio, compresa la somministrazione di alimenti e bevande al pubblico.
Per gli esercizi operanti nel commercio, le agevolazioni sono limitate agli esercizi di vicinato di superficie non superiore ai 150 mq e alle medie strutture di vendita sino a 1.500 mq.

Gli esercizi esclusi

Dalle agevolazioni sono comunque esclusi gli esercizi di compro oro; le sale per scommesse o che detengono al loro interno apparecchi da intrattenimento per il gioco d’azzardo. Sono inoltre esclusi i subentri, a qualunque titolo, in attività già esistenti precedentemente interrotte, come pure le aperture di nuove attività e le riaperture, conseguenti a cessione di un’attività preesistente da parte del medesimo soggetto che la esercitava in precedenza o, comunque, di un soggetto, anche costituito in forma societaria, che sia ad esso direttamente o indirettamente riconducibile.

Auspichiamo che tali opportunità, volte a promuovere la riapertura di attività ferme e a incentivare le nuove imprese, possano essere colte da molti. Da parte nostra, ci auguriamo inoltre che sia possibile anche una nuova forma aggregativa fra gli operatori economici locali, in grado di rappresentarne gli interessi presso le istituzioni. Siamo lieti di avere colto un positivo interesse alla partecipazione a manifestazioni organizzate anche per la promozione delle attività locali, come il “Magico Villaggio di Natale” nelle cui casette hanno trovato spazio tutti i soggetti interessati.

Per accedere al fondo in oggetto – conclude il Sindaco – i soggetti interessati devono presentare domanda al Comune entro il prossimo 28 febbraio: per ogni informazione è possibile rivolgersi all’Ufficio tributi comunale, nei giorni di martedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e di giovedì dalle ore 9.00 alle ore 16.00. E’ possibile prendere un appuntamento telefonando allo 015 512041 o scrivendo a tributi@vigliano.info.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *