La Provincia di Biella > Attualità > VIDEO – All’aeroporto di Cerrione è arrivato l’S-64 Skycrane, la “gru del cielo” dei pompieri
Attualità Circondario -

VIDEO – All’aeroporto di Cerrione è arrivato l’S-64 Skycrane, la “gru del cielo” dei pompieri

Dal Biellese l’elicottero partirà per affrontare le emergenze del nord Ovest

Il Biellese avrà un ruolo da protagonista nella campagna contro gli incendi boschivi del 2020. Sarà l’aeroporto di Cerrione, infatti, ad ospitare l’Erickson S-64 Skycrane che servirà tutta l’Italia nordoccidentale. Arrivato oggi, sabato 15 febbraio, l’air Crane S-64 sarà in supporto ai DOS-VVF del Piemonte per gli incendi boschivi del nord Ovest.

S-64 la “gru del cielo”

Conosciuto anche come la “gru del cielo”, l’S-64 non è un semplice elicottero, ma una vera e propria “bestia da tiro”: lungo oltre 27 metri, può sostenere un peso massimo al decollo di oltre 21 tonnellate. Questo significa che può trasportare serbatoi esterni da 10mila litri di capacità, oltre a schiumogeni e liquidi ritardanti.

Concepito negli anni Sessanta per l’esercito americano e inizialmente prodotto dalla Sikorsky, in Italia è stato a lungo nella disponibilità del Corpo Forestale dello Stato, che ne impiegava quattro nella versione F. Quello che ha base a Cerrione è proprio uno di questi quattro, oggi “ereditato” dai vigili del fuoco.

Il suo impiego va dalla Liguria alla Lombardia

Dalla base di riferimento biellese, l’S-64 si alzerà in volo ogni volta che si renderà necessario il suo impiego in un territorio che va dalla Liguria alla Lombardia, passando ovviamente per Piemonte e Valle d’Aosta. A deciderlo, nelle scorse settimane, è stata la direzione centrale dei vigili del fuoco. L’iniziativa parte direttamente dal ministero degli Interni. La scelta di Cerrione, però, non è casuale. Nei mesi scorsi, durante le fasi di preparazione della campagna boschiva 2020, il comando provinciale dei vigili del fuoco aveva rappresentato in direzione centrale a Torino la necessità di avere forze adeguate per fronteggiare le emergenze. E, alla luce delle condizioni orografiche del territorio, l’elicottero era considerato la soluzione migliore.

Tutte le attività operative relative alla “gru volante” saranno dunque coordinate da qui, sulla base delle richieste che giungeranno dai diversi comandi del Nord Ovest. Il comando di via Santa Barbara si occuperà dell’assistenza, delle attività di supporto e della logistica. Ovviamente, però, insieme all’elicottero verrà inviato a Cerrione anche del personale qualificato.

Si tratta senza dubbio di un ottimo risultato sul fronte della guerra agli incendi boschivi, ma anche di un’importante valorizzazione dello scalo biellese.

m.f.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *