La Provincia di Biella > Attualità > Scuola di Valle Mosso grossi limiti strutturali: si propende per una nuova costruzione
Attualità Valli Mosso e Sessera -

Scuola di Valle Mosso grossi limiti strutturali: si propende per una nuova costruzione

Oggi l'incontro tra Provincia e Regione per discutere la questione

Si è svolta questa mattina presso la sede della Provincia di Biella l’incontro tra la Provincia di Biella e la Regione Piemonte per condividere la problematica relativa alla scuola inagibile di Valle Mosso. L’Assessore Regionale Elena Chiorino, unitamente ai tecnici dell’Assessorato, è stata ricevuta dal Presidente Foglia e dal Vice Presidente Ramella, anche loro assistiti dai tecnici.

L’incontro, espressamente richiesto dall’assessore Chiorino, è stato l’occasione per fare una valutazione complessiva della zona di Cossato e del Biellese orientale, contemperando le esigenze future, che i dati di oggi ci consentono di prevedere, almeno in via tendenziale.

Nello specifico gli studenti delle scuole superiori sono in calo e saranno in calo nei prossimi anni, pertanto sia Regione che Provincia hanno convenuto di analizzare le varie opzioni possibili convenendo che l’ipotesi più opportuna sarebbe quella della costruzione di un nuovo stabile per la sede dell’IIS del Cossatese e Vallestrona a Cossato. Il fatto che si propenda per non investire i 3 milioni non significa che la Provincia “abbandoni” la Valle, infatti, per volontà politica, l’Amministrazione ha già avviato contatti per trovare uno stabile da adibire a sede scolastica a Valle Mosso.

Prima di investire risorse così importanti su una struttura che ha mostrato grossi limiti e che non rispetta alcun parametro di risparmio energetico e antisismico è necessario affrontare attente valutazioni e vagliare ogni alternativa possibile, come stiamo facendo. Non possiamo, infatti, focalizzarci solo sul problema strutturale dell’edificio ma, anzi, dobbiamo cogliere l’occasione per ragionare sul futuro, tenendo conto anche del calo demografico.”

Fin da oggi – così il Vice Presidente Ramella – assumo l’impegno sul prossimo bilancio per i fondi necessari per la progettazione definitiva di un nuovo stabile nel cossatese, a cui dovrà seguire un impegno della Regione a trovare i finanziamenti che ci consentiranno di procedere alla realizzazione, a beneficio di tutto il biellese orientale. Nel contempo non stiamo certo con le mani in mano e stiamo lavorando per reperire uno stabile a Valle Mosso, che sia fruibile in tempi brevi e che rappresenterà in maniera forte e concreta la ferma volontà di presidiare le nostre vallate.”

Spiega l’assessore regionale all’Istruzione, Elena Chiorino: “La Regione ha confermato la disponibilità ad investire sull’edilizia scolastica della zona del Biellese orientale chiedendo il pieno coinvolgimento dei sindaci della zona affinchè tutti insieme si possano valutare le varie opzioni e decidere, anche rispetto alle risorse da stanziare, quale sia la miglior via percorribile. La Regione considera prioritaria la sicurezza nelle scuole come dimostra l’istituzione di un capitolo di bilancio specifico, da me voluto, che ammonta a 4 milioni di euro proprio per finanziare l’edilizia scolastica d’emergenza. Un’azione importante che ci consentirà di agire laddove prima non era possibile».

L’Assessore Chiorino ha ribadito anche «la disponibilità a rimodulare i termini dell’accordo di programma sulla base delle richieste del territorio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *