La Provincia di Biella > Attualità > Non prendetevela con la popò dei cani, certi giovani fanno di peggio
Attualità Biella -

Non prendetevela con la popò dei cani, certi giovani fanno di peggio

Scrive un lettore

Devo dire che mi ha lasciato un po ‘perplesso l’articolo pubblicato sul vostro giornale sabato 9 novembre avente per titolo Via Italia, la cacca dei cani e il benaltrismo. Anche se non ne sono sicuro suppongo che qualcuno si sia lamentato del fatto che per le strade della nostra città ogni tanto si vedono cacche di cani abbandonate e si sia lamentato di questo fatto ma che gli sia stato risposto che vi sono molti altri problemi più importanti da risolvere. Premesso che non voglio schierarmi a favore di nessuno credo di poter dire con certezza che chiunque possiede un cane e con lui fa delle passeggiate sia in via Italia a  Biella che in qualsiasi altro posto sappia che è pressoché impossibile impedire al suo cane di fare la pipi mentre si cammina per strada. Molto più facile è raccogliere la popò che il cane fa quando è per strada. Infatti se il proprietario usa l’accortezza di portarsi dietro un sacchetto di carta o di plastica, la può facilmente raccogliere e depositarla nei cassonetti dove tutte le persone corrette gettano i rifiuti. Basta quindi un minimo di buona volontà per non inquinare le strade. A me pare che quasi tutti i proprietari dei cani si comportino così almeno in città. Teniamo presente però che ci sono altri comportamenti che disturbano molto di più e di cui non si parla mai e non si capisce il perché.

Ad esempio come mai quelle moto che, quando passano per strada spesso anche a velocità elevata e quindi pericolosa, producendo un fracasso infernale arrecando a tutti i passanti un grande fastidio e rischiando di provocare incidenti non vengono mai fermate ed addirittura sequestrate.Alla guida di queste moto vi sono per lo più dei giovani evidentemente esaltati. Chi guida in questo modo o è un soggetto scemo ed immaturo oppure è probabilmente sotto l’effetto di qualche sostanza che gli altera il cervello. Dico questo solo per fare un esempio di un comportamento che disturba molto di più della popò dei cani ma del quale però stranamente nessuno si lamenta. Come mai nessuno si lamenta neppure di tutte quelle bottigliette, ,lattine, scatole di sigarette e molti altri oggetti che vengono abbandonati ovunque e che equivalgono a segni di pessima educazione?

Eusebio Franchino

2 Commenti

  • Steap63 ha detto:

    Cosa si intende con giovani ….I ventenni / trentenni che si comportano così non sono più giovani ….dovrebbero essere adulti quantomeno un minimo responsabili . Non prendiamocela sempre con i giovani….certi giovani si comportano così perchè hanno l’esempio di adulti e anziani rimasti allo stadio adolescenziale che se ne fregano delle regole e pensano di vivere, guidare o fare uso della cosa pubblica ancora come 30 – 40 anni fa. Buona parte di quelli che usano il telefonino in auto, non mettono le cinture ai nipoti , parcheggiano sulle strisce, telefonano alla guida di furgoni e camion, guidano senza patente e ubriachi sono già over 50 da un pezzo……

  • Francesca ha detto:

    Siamo stati tutti giovani e ragazzini non vedo come mettere a paragone questo con l incivilta dei proprietari di cani.
    Ci dovrebbero essere pene piu severe per chi ha cani e lascia fare la cacca in giro senza raccoglierla perché il problema non sussiste solo in città ma anche in periferia dove addirittura i cani vengono lasciati liberi di scorrazzare dove vogliono e premetto che non mi reca fastidio questo ma il padrone dovrebbe farsi un bel giretto dopo a pulire tutti i bisogni del prorpio cane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *