La Provincia di Biella > Attualità > Mi fai le corna? Ti tiro un pugno in faccia
Attualità Biella -

Mi fai le corna? Ti tiro un pugno in faccia

Gli sbiellati, la nuova rubrica di Lele Ghisio

Ma quanto ci manca l’Albertone nazionale? Per farci ragione della sua scomparsa, ma anche della sua immensità, basta la cronaca spicciola dei giornali locali. Il fatto: un anziano signore sferra un cazzotto sui denti a chi gli ha mostrato le corna in mezzo al traffico. Poco importano le diverse sfumature e versioni che dell’accaduto si sono date, del resto si sa che le varie testate hanno spesso altrettanto varie fantasie narrative da proporci. Resta comunque un fantastico cliché della virilità espressa nel traffico, vissuto – inconsapevolmente spero – come un’avventura d’autoscontro di paese o un film dei Vanzina.

Ma ce l’avete presente il traffico di Biella? Quella coda un po’ dislessica che non riesce bene a interpretarsi e a disegnarsi eguale nel tempo e nello spazio. Quelle quattro auto in croce, se compariamo il nostro al traffico d’una grande città, che se ne svagano per centri e periferie nostrani. Sempre indecise, al semaforo o a una precedenza, se incolonnarsi su una fila sola per pudore, tentare un’imitazione delle due colonne che sarebbero opportune, oppure opporsi alla costituzione di qualsiasi ragionevole geometria piazzandosi nel mezzo, arroganti e indifferenti. Quando non sognanti e distratte.

Eppure c’è chi s’inventa una guerra da poco, comunque. E allora diventano inseguimenti tra diligenze, con donne di cui difendere l’onore fino all’inevitabile duello o scazzottata da saloon. È inutile, non ce la possiamo fare: un ultra settantenne che tira giù due denti a un ultra cinquantenne che gli ha fatto le corna in mezzo a un traffico da poco. Di Alberto sordi non ci meritiamo neanche la pernacchia. E dei Vanzina nemmeno una comparsata in un film.

Lele Ghisio

Un Commento

  • steap63 ha detto:

    Simpatico e putroppo molto attuale il suo articolo. Ad esempio anni fa un signore già tra i 65 e i 70 dopo essere spuntato da una curva contromano in piena velocità in Alta valle Cervo , a seguito di una mia indicazione di stare a lato (non era un gestaccio), ha inchiodato l’auto, ha fatto inversione e mi ha inseguito per un chilometro sulla Panoramica passando dentro una frazione come un folle, soprassandomi e bloccandomi per scendere dall’auto in evidente stato di alterazione psichica cercando di aprirmi la portiera dell’auto…..gli è solo andata bene visto che sono un tipo paziente e ho famiglia…. se c’era un altro magari finiva male ..per lui . Purtroppo il problema non sono le code veramente ridicole a Biella ma è il traffico ordinario nel quale succede di tutto e di più, è la presenza di soggetti che si sentono onnipotenti anzi pare che più sono avanti negli anni peggio è. Ad esempio ieri un fenomeno di motociclista (questo era adulto non anziano) e pure con le valigette laterali ha sorpassato in Via Corradino Sella le due colonne di auto infilandosi in mezzo (striscia doppia ..ma chi le guarda più oramai). Abbiamo suonato il clacson in due o tre e questo si è pure girato e ha fatto il ditino medio . Poverino almeno si è sfogato credendo di avere ancora ragione.. ma mi creda non incavolarsi è molto difficile con certi subumani in giro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente