La Provincia di Biella > Attualità > “La giunta Corradino dà soldi agli extracomunitari”
Attualità Biella -

“La giunta Corradino dà soldi agli extracomunitari”

Giovanni Rinaldi ironizza sul paradosso dei leghisti

Agevolazioni sulla Tarip per le famiglie che hanno a carico tre o più figli minori. Il totale del contributo destinato è di 30 mila euro. Il comune di Biella ha formulato, infatti, un atto di indirizzo a Seab per la concessione di riduzioni della tariffa rifiuti per l’anno 2019 per i nuclei numerosi. In particolare i criteri riguarderanno le famiglie residenti nel comune di Biella con un numero di figli minori a carico pari o superiore a tre alla data di presentazione della domanda. La riduzione sarà di euro 32,60 per ogni figlio.

«Ringrazio l’amministrazione comunale per aver fatto un provvedimento a favore dei grandi nuclei in qualità di coordinatore provinciale dell’Associazione nazionale famiglie numerose, ma anche di padre di quattro figli – commenta Rudy Rastello – E’ importante, in un momento storico segnato dal calo demografico, incentivare le nascite anche attraverso questi gesti. Nessuno, infatti, può immaginarsi i costi che deve sostenere una famiglia numerosa finchè non la si vive».

Di tutt’altro tenore il commento di Giovanni Rinaldi, dei 5Stelle. «I leghisti biellesi – dice – continuano a sbandierare il motto “prima gli italiani”. Si tratta, per fortuna, di una fesseria in quanto la Costituzione non consente discriminazioni nei confronti dei cittadini stranieri.
«Il provvedimento sugli aiuti alle famiglie numerose, voluto dalla giunta Corradino – prosegue Rinaldi -, contiene però un enorme paradosso. Non ho dati precisi, ma è risaputo che le famiglie con tre o più figli sono in gran parte extracomunitarie. Gli esponenti del Carroccio, che tanto si battono a parole per gli italiani, hanno, dunque, adottato come prima misura quella di dare soldi agli immigrati. Questo per me non rappresenta certo un problema, anzi ne sono felice, ma mi sembra davvero in contrasto con la politica portata avanti dal Capitano e dai suoi fedelissimi».

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente