La Provincia di Biella > Attualità > Alberto Scicolone “La mia vita al fianco dei più bisognosi, siano umani o animali”
Attualità Biella -

Alberto Scicolone “La mia vita al fianco dei più bisognosi, siano umani o animali”

Il sogno è realizzare una casa di riposo per cani e gatti anziani abbandonati

Alberto Scicolone si racconta

Alberto scicolone. C’è anche una casa di riposo per gatti e cani anziani abbandonati nella lista dei futuri obiettivi da realizzare di Alberto Scicolone. A pochi giorni dalla nomina a personaggio biellese del 2018, il presidente dell’associazione “Legami di cuore” fa un bilancio dell’anno appena trascorso e guarda al futuro con l’irrefrenabile voglia di fare che lo contraddistingue.

«E’ una soddisfazione immensa aver ricevuto questo importante riconoscimento dal vostro giornale – ha commentato – Un traguardo che corona dodici mesi di risultati più che positivi non solo per me, ma anche per le tante persone che si sono riconosciute in un’idea di comunità che si è prodigata a sostegno dei bisognosi, siano essi umani o animali, una comunità che ha scavalcato i confini della nostra provincia e ha ottenuto aiuti da tutta la penisola. In un anno abbiamo ricevuto più di 50mila euro di offerte. In tantissimi hanno dimostrato voglia di partecipare perchè hanno capito che proponiamo progetti e li portiamo a termine, e che i soldi donati vengono concretamente investiti».

Miciolandia

Ma quali sono state le iniziative ideate da Scicolone che hanno preso il via nel 2018? «A gennaio è stato inaugurato “Miciolandia” – continua – ovvero un appartamento di 130 mq concepito e arredato per i gatti, dal quale sono stati adottati ben 80 esemplari e dove ci siamo presi cura dei felini non solo randagi, ma anche di proprietà di coloro che sono senza fissa dimora o che stanno affrontando un percorso di recupero da alcolismo e tossicodipendenze, oppure di anziani in casa di riposo o deceduti. Abbiamo inoltre perfezionato l’“Angolo solidale” di via Trieste, dove portiamo avanti il banco alimentare riservato alla distribuzione di cibo per gli animali di persone che non hanno la possibilità di mantenerli, oltre a farci carico delle loro spese veterinarie, con ben 25mila euro spesi nel 2018».

L’Angolo solidale

Ma non è tutto. «L’Angolo solidale è inoltre un punto di appoggio per coloro che hanno bisogno di vestiti e mobilio e ha visto nell’anno appena trascorso il passaggio di 737 individui – continua Scicolone – Da qui sono inoltre partite nuove iniziative: la giornata dell’astuccio, per fornire ai bambini il necessario per andare a scuola, con almeno 200 elementi consegnati e centinaia di quaderni; il Natale Solidale che ha visto l’adesione di ben 65 commercianti e grazie al quale sono stati raccolti 210 buoni tra pizze, tagli di capelli dai parrucchieri, consulenze e molto altro da donare alle persone in difficoltà; la cena della Vigilia per i senzatetto, con 75 persone che hanno partecipato, delle quali 42 clochard e 33 cittadini che hanno voluto condividere con noi il pasto, nonchè la campagna di sensibilizzazione pasquale in diciotto scuole del territorio a favore degli agnellini. Fiore all’occhiello del 2018 è stato infine il “Giardino di Angelo”, un’area attrezzata per lo sgambamento realizzata in memoria del cane barbaramente ucciso nel 2016 in Calabria, sempre più frequentata dai quattro zampe e dai loro padroni ed abbellita grazie ai contributi dei cittadini».

Un sogno nel cassetto

Anche il 2019 si preannuncia ricco di grandi novità. «Il sogno finale è quello di realizzare una casa di riposo per cani e gatti anziani abbandonati, ma servono risorse che ora non abbiamo – conclude – Cercheremo di dotare il dormitorio di appositi locali esterni attrezzati e riscaldati per accogliere i cani dei senzatetto, abbelliremo l’area di Angelo e se il comune ci darà il permesso nella zona adiacente ci piacerebbe fare un giardino delle emozioni per le persone anziane, che sia anche utilizzato da artisti locali e non per esposizioni itineranti. Proveremo inoltre a creare una “micio car” che ci permetta di recuperare i gatti abbandonati; insieme ai commercianti aderenti creeremo un circuito del “sospeso” grazie al quale i cittadini potranno lasciare buoni per aiutare le persone in difficoltà; ci piacerebbe poi poter sistemare la passeggiata del Gorgomoro e organizzare in estate qualche serata di arte e poesia nel bosco. Proseguiremo certamente con le iniziative già avviate e laddove possibile cercheremo di portare avanti il progetto del “gattile diffuso”, dotando le colonie di casette in legno belle da vedere e calde da vivere per i felini. A Natale faremo poi l’iniziativa “Giardini Luminosi”, un concorso che premierà il giardino meglio illuminato di Biella. Ultima, ma non per importanza, un’applicazione scaricabile su tutti i cellulari che metterà in contatto chi ha da donare con chi ha necessità di ricevere, al fine di potenziare il welfare comunitario biellese». Per ulteriori informazioni: 345-3900600.
Giulia Gaia Maretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente