La Provincia di Biella > Eventi e cultura > Vietato ai minori, la storia degli Squallor
Eventi e cultura Biella -

Vietato ai minori, la storia degli Squallor

Incontri musicali Solchi e Parole

Venerdì 28 febbraio alle ore 19 si terrà, come di consueto presso il negozio Cigna Dischi di Via Italia 10 a Biella, il primo appuntamento di questo 2020 del ciclo di incontri musicali Solchi e Parole, giunti oramai al quinto anno di attività.

Il tema dell’incontro, che gli organizzatori definiscono con un eufemismo “sperimentale”, sarà la storia del gruppo italiano trash per eccellenza, gli Squallor.

Luca Pasquadibisceglie, ideatore del progetto insieme a Stefano Minola ed Elio Morino, i proprietari dello storico negozio di dischi biellese, illustrerà le vicende artistiche del gruppo più atipico della musica italiana, cercando di svelarne anche qualche risvolto inedito.

Autori di dischi (allora musicassette, soprattutto) dai titoli evocativi ed esplicitamente dissacranti quali Troia, Pompa, Tromba, Arrapaho, Uccelli d’Italia e Cielo Duro, gli Squallor sono da sempre considerati (a torto, secondo Luca) gli antesignani del filone di rock demenziale italiano.

“Si tratta, come al solito un esperimento, che proponiamo al nostro pubblico consapevoli della sfida che abbiamo creato. Per molti appassionati di musica gli Squallor sono poco più di uno spot televisivo che ricordano dall’adolescenza, un misto di parolacce e canzoni senza capo né coda. Ma per me sono molto altro, innanzitutto un gruppo con un’intelligente ricerca di temi e testi che non ha eguali rispetto ai successivi Skiantos ed Elio e le storie tese, che sono stati innanzitutto musicisti. Gli Squallor no, sono stati semplicemente un gruppo unico, irripetibile e inimitabile. Cercherò di convincere i coraggiosi che interverranno alla serata rispondendo alla nostra audace proposta” sorride Luca, che presenterà come di consueto l’evento.

Stefano ed Elio gli fanno eco: “Siamo come sempre curiosi di vedere come il pubblico risponderà ad ogni appuntamento, del resto ogni volta si tratta di qualcosa di stimolante e creativo … anche se questa volta la parola più appropriata è forse provocazione”.

Il ritrovo, con ingresso libero e piccolo rinfresco al termine della chiacchierata, è per venerdì 28 febbraio alle 19 presso Cigna Dischi, Via Italia 10, Biella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *