Seguici su

Eventi e cultura

Archivio Storico Gruppo Sella entra a far parte di Museimpresa

Pubblicato

il

BIELLA – La rete di Museimpresa – l’Associazione Italiana Archivi e Musei d’Impresa – si amplia e dà il benvenuto a quattro importanti organizzazioni di respiro nazionale: l’Archivio Storico Gruppo Sella, il musil – Museo dell’Industria e del Lavoro, il Centro per la Cultura d’Impresa e l’Archivio del Cinema Industriale e della Comunicazione d’Impresa della LIUC – Università Cattaneo.

Sale a 100 il numero degli associati

Sale così a 100 il numero totale degli associati: un traguardo importante per Museimpresa che apre il 2021 confermando la sua presenza in 16 regioni italiane, grazie ai musei e archivi aziendali e alle istituzioni italiane che promuovono la cultura d’impresa.

Il raggiungimento dei 100 associati avviene in un anno significativo per Museimpresa: nel corso del 2021 l’Associazione – unicum nel suo genere in tutta Europa – compie vent’anni dalla nascita, avvenuta nel 2001 per volontà di Assolombarda e Confindustria. Un anniversario che non sarà una celebrazione fine a sé stessa, ma l’occasione per fare un bilancio sul percorso fatto in questi venti anni, cogliendo le chiavi per guardare al futuro.

Il benvenuto del Presidente Calabrò

“Accogliamo calorosamente i nuovi associati Archivio Storico Gruppo Sella, musil – Museo dell’Industria e del Lavoro, Centro per la Cultura d’Impresa e Archivio del Cinema Industriale e della Comunicazione d’Impresa della LIUC. In un anno che ha messo a dura prova il mondo dell’arte e della cultura italiana, il raggiungimento della quota dei cento soci della nostra rete nazionale costituisce un traguardo ancora più significativo: è la conferma che per ripartire si deve puntare sul patrimonio culturale e imprenditoriale del nostro Paese, investendo sui processi di innovazione e di ricerca e sviluppo. Solo così si può reagire alle difficoltà e al cambiamento imposto dalla pandemia, ma per farlo è necessario guardare alla memoria collettiva custodita e raccontata dai musei e dagli archivi delle imprese italiane, consapevoli che non si può essere resilienti senza innovare e viceversa è impensabile essere innovativi senza essere resilienti” dichiara Antonio Calabrò, Presidente di Museimpresa.

L’Archivio Storico Gruppo Sella

Entra a far parte della rete associativa di Museimpresa, l’Archivio Storico Gruppo Sella, dell’omonima famiglia le cui antiche radici imprenditoriali, prima nel tessile, poi nel ramo agricolo e infine in quello bancario, risalgono al Cinquecento. L’Archivio Storico, costituito nel 2013 su indicazione del Presidente del Gruppo, Maurizio Sella, custodisce documenti e beni che raccontano l’evoluzione dell’istituto bancario e delle società del gruppo, guidati da quattro generazioni della famiglia Sella. Una storia made in Italy quella del Gruppo Sella, caratterizzata dall’innovazione al servizio dei clienti, apripista in molti settori: dai Buoni Ordinari del Tesoro, agli sportelli per prelevare denaro contante, dalla prima compravendita azionaria via internet alle prime transazioni di e-commerce in Europa, fino al fintech e agli ecosistemi di open innovation. Con circa 450 metri lineari di documentazione, l’Archivio Storico è diviso in un fondo antico e in un fondo Banca Sella, oltre agli archivi delle banche incorporate nel tempo e delle altre società del Gruppo. Nel complesso raccoglie circa 1.300 oggetti, un archivio fotografico e una biblioteca di circa 4.000 volumi, molti dei quali sono stati strumenti di lavoro per la Banca nel corso del tempo.

Associazione Museimpresa

Cultura d’impresa e Made in Italy sono al centro dei progetti di Museimpresa, l’Associazione Italiana Archivi e Musei d’Impresa nata nel 2001 e supportata attivamente da Assolombarda e Confindustria.  L’Associazione, unica a livello europeo, riunisce musei e archivi di grandi, medie e piccole imprese italiane che mettono il loro patrimonio a disposizione della collettività. Museimpresa svolge attività di ricerca, formazione, sviluppo e approfondimento nel campo della museologia e dell’archivistica d’impresa. Negli anni è diventato un network che dialoga costantemente con enti culturali, istituzioni private e pubbliche, tra cui il MIBACT Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, il MIUR Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il MAECI Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *