La Provincia di Biella > Cronaca > Vivevano in un tugurio senza acqua, riscaldamento ed elettricità
CronacaValli Mosso e Sessera -

Vivevano in un tugurio senza acqua, riscaldamento ed elettricità

Una vicenda incredibile

Vivevano in un tugurio senza acqua e senza luce. La vicenda è venuta a galla dopo che un uomo si è recato in ospedale a Borgosesia, pensando di avere una bronchite, i medici hanno fatto tutte le analisi del caso trovando nel corpo tracce di monossido di carbonio.

Sono partite quindi le segnalazioni a carabinieri e vigili del fuoco. Proprio nei giorni scorsi i vigili del fuoco si sono presentati nell’abitazione, un vecchio cascinale in una frazione di Sostegno, per un sopralluogo. La compagna dell’uomo però non ha voluto saperne di aprire la porta e così è stato necessario l’intervento dei carabinieri, sono intervenuti gli uomini delle stazioni di Crevacuore e Masserano.

Una volta entrati nella cascina – racconta Notizia Oggi – carabinieri e vigili del fuoco hanno trovato una situazione di degrado: l’abitazione non aveva riscaldamento, inoltre era priva dei principali servizi come acqua ed elettricità. Durante il sopralluogo  è stata scoperta una perdita alla canna fumaria, da lì infatti fuoriusciva il monossido di carbonio che ha intossicato l’uomo. Per questi motivi i militari hanno proceduto a porre i sigilli alla cascina imponendo il divieto di abitazione. E’ stato informato anche il Comune della situazione di degrado riscontrata.

Foto di repertorio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente