Seguici su

Cronaca

Maxi rissa davanti ad un locale: coinvolte circa 60 persone, diverse ragazze portate in ospedale

La polizia, dopo una complessa indagine, ha deciso la chiusura per 5 giorni della discoteca di Vercelli il cui parcheggio è stato teatro del violento scontro

Pubblicato

il

La Squadra Amministrativa della Questura di Vercelli, dopo aver svolto complesse e dettagliate indagini a seguito degli incresciosi fatti avvenuti nella notte del 5 marzo scorso a Vercelli al termine di un concerto tenutosi in una sala da ballo di questo Comune, nella mattinata del 29, ha notificato al titolare dell’esercizio il provvedimento di sospensione della licenza di sala da ballo per la durata di giorni 5 (cinque) emesso da questa Autorità di Pubblica Sicurezza ai sensi dell’art. 100 del T.U.L.P.S.

Una rissa con 60 persone coinvolte

Nella notte in questione infatti, giungevano al N.U.E. numerose chiamate con le quali l’utenza segnalava una violenta rissa che vedeva coinvolti una sessantina di giovani, alcuni dei quali armati di oggetti atti ad offendere che creava gravi disordini nella zona.

Alcune ragazze sono finite in ospedale

Le volanti prontamente intervenute sul posto, oltre ad individuare a terra segni inequivocabili dei disordini avvenuti nel parcheggio del locale durante la serata, hanno rintracciato nei pressi della sala da ballo alcune giovani, una delle quale ferita da un’arma da taglio, che sono dovute ricorre alle cure dei sanitari del nosocomio vercellese.

Il servizio di vigilanza del locale non era a norma

L’attività di polizia ha altresì consentito di accertare che il servizio d’ordine e sicurezza predisposto dai titolari del locale per il concerto di un noto rapper, era stato affidato a tre soggetti, privi dei requisiti previsti dalla legge, per il personale che svolge tali mansioni, ragione per cui sono stati sanzionati amministrativamente per le violazioni commesse.

Per futili motivi aggredisce tre ragazze con un coltello

Inoltre emergeva che era stato un avventore del locale che, per futili motivi e con l’uso anche di un’arma da taglio, aveva aggredito le tre ragazze appena maggiorenni dopo l’uscita dalla discoteca. Nel locale, nel corso del concerto erano infatti scoppiate varie liti e tafferugli, senza peraltro che nessuno dei titolari o degli incarichi avesse provveduto a segnalare la situazione in atto alle Forze dell’Ordine per un loro tempestivo intervento sul posto.

Il locale era già stato sanzionato

Il locale in precedenza era già stato sanzionato per le violazioni riscontate nel corso delle festività natalizia, relative al mancato rispetto delle diposizioni di prevenzione del COVID 19.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com