La Provincia di Biella > Cronaca > “Ciao Franco , te ne sei andato, la tua amata montagna si era vestita a festa per salutarti”
CronacaValli Mosso e Sessera -

“Ciao Franco , te ne sei andato, la tua amata montagna si era vestita a festa per salutarti”

Trivero in lutto per la morte di Franco Delpiano

Trivero saluta uno dei punti di riferimento di Bocchetto Luvera: addio a Franco Delpiano.

Trivero saluta “nonno Franco”

Era uno dei punti di riferimento di Bocchetto Luvera e in particolare della Locanda Argimonia, grazie alla sua presenza costante. Franco Delpiano, figlio del titolare, ha trascorso gli ultimi anni della sua vita tra le montagne della Panoramica Zegna insieme alla sua famiglia. E’ morto lo scorso giovedì all’età di 91 anni, lunedì invece è stato celebrato il funerale a Valle San Nicolao, suo paese di origine.

Passione per la montagna

Franco Delpiano è sempre stato un amante della montagna, trasmessa al figlio Rudi che ha preso in gestione da tempo la struttura ricettiva che sorge proprio a Bocchetto Luvera. E Franco, per tutti il nonno, era un volto ormai conosciuto dagli avventori del locale. Ammirava le montagne che lo circondavano. E proprio il figlio Rudi ha voluto ricordarlo con un pensiero su Facebook: «Ciao Franco , te ne sei andato, la tua amata montagna si era vestita a festa per salutarti, anche la luna emanava una luce diversa. Nel cielo più che mai le stelle brillavano come meravigliosi diamanti, il silenzio regnava sovrano. Questo magico momento era tutto dedicato a te. Ti porteremo sempre nel cuore, ti ricorderemo sorridente seduto al tuo posto davanti al banco del bar».

Il ricordo degli amici

Tantissimi i messaggi di cordoglio da parte dei clienti e degli amici. «Mancherà anche a tutti noi la sua presenza nella locanda», scrive un’amica. E ancora c’è chi lo ricorda come un grande appassionato di funghi. Proprio quest’autunno si era impegnato anche lui a pulire i tantissimi funghi che erano stati raccolti grazie a una stagione particolarmente fortunata.  Franco Delpiano lascia il figlio Rodolfo, da tutti conosciuto come Rudi, con la moglie Nicoletta, il nipote Luca con la moglie Sabrina, la sorella Ida e i fratelli Dario e Giuseppe, ma anche l’affezionato Vasya con la moglie Victoria e la consuocera Nives. La famiglia inoltre rivolge un particolare ringraziamento al dottor Hamid Zariate, all’infermiera Giovanna e al dottore farmacista Alberto Dolcino di Valle San Nicolao per le cure prestate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente