La Provincia di Biella > Cronaca > Botte alla moglie davanti ai figli
Cronaca Biella -

Botte alla moglie davanti ai figli

Marito violento condannato dal giudice. Un giovane papà di famiglia residente in città è stato condannato a un anno e sei mesi di reclusione più il pagamento delle spese processuali per maltrattamenti in famiglia aggravati e lesioni personali. Il giudice Paola Rava ha concesso all’imputato la sospensione della pena con la condizionale e ha disposto il risarcimento dei danni alla moglie.

Marito violento condannato dal giudice. Un giovane papà di famiglia residente in città è stato condannato a un anno e sei mesi di reclusione più il pagamento delle spese processuali per maltrattamenti in famiglia aggravati e lesioni personali. Il giudice Paola Rava ha concesso all’imputato la sospensione della pena con la condizionale e ha disposto il risarcimento dei danni alla moglie.

Marito violento condannato dal giudice. Un giovane papà di famiglia residente in città è stato condannato a un anno e sei mesi di reclusione più il pagamento delle spese processuali per maltrattamenti in famiglia aggravati e lesioni personali. Il giudice Paola Rava ha concesso all’imputato la sospensione della pena con la condizionale e ha disposto il risarcimento dei danni alla moglie.

I fatti contestati all’uomo – che è difeso dall’avvocato Marco Cavicchioli – risalgono al 2006: stando al capo di imputazione l’uomo ha picchiato la consorte, in diverse occasione, anche in presenza dei loro figli minorenni. Sempre più spesso semplici discussioni si tramutavano in vere e proprie liti al termine delle quali lui l’aggrediva, colpendola con pugni al volto e tirandole i capelli. In un’occasione le avrebbe anche sbattuto sulla testa un bastone di legno con la punta accuminata. Poi si era rifiutato di portarla al pronto soccorso e, nonostante perdesse molto sangue dal capo e dalle braccia, anzichè aiutarla l’aveva insultata e sminuita dicendole: “Non sei una donna, non vali niente, sei solo una stupida, una pazza”.

Tutti i dettagli in edicola oggi sulla Nuova Provincia di Biella.

Articolo precedente
Articolo precedente