La Provincia di Biella > Attualità > La speranza della mia famiglia è avere un simbolo nel cimitero di Biella che possa rappresentare tutti quei corpi violati
Attualità Biella -

La speranza della mia famiglia è avere un simbolo nel cimitero di Biella che possa rappresentare tutti quei corpi violati

Tempio crematorio: è come se l’avessero uccisa due volte

Buonasera,

scrivo alla Vostra redazione e pongo alla Vostra cortese attenzione un insieme di considerazioni che questa scioccante quanto irreale vicenda mi hanno suscitato.

Mi chiamo Miglio Oscar Arturo e sono direttamente coinvolto per la mia adorata sorella, Miglio Patrizia, mancata il 9/11/2017 e li portata.

È straziante pensare a come può essere stata trattata dopo la sua morte.

A quasi un anno dalla sua morte, avvenuta dopo un breve percorso per combattere un cancro che ha divorato la sua vita, sapere cosa è successo in quel luogo consacrato è stato subire due volte la sua perdita.

È proprio così: è come se l’avessero uccisa una seconda volta!

Vorrei che pubblicaste questo mio pensiero che, unito agli altri sventurati parenti coinvolti in questa macabra e disumana faccenda, possa scuotere le coscienze, se ce ne fosse ancora bisogno, di chi è preposto alle indagini e chi dovrà stabilire la verità.

La speranza della mia famiglia, se verrà confermata l’atroce verità, è avere un simbolo nel cimitero di Biella che possa rappresentare tutti quei corpi violati, le ceneri disperse un punto dove poter portare un fiore.

Grazie della Vostra attenzione “

Miglio Oscar Arturo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente