Seguici su

Attualità

Presentato il progetto del ponte di Castelletto Cervo: servono nove milioni di euro

Pubblicato

il

Nei giorni scorsi è stato presentato a Mottalciata ai comuni interessati il progetto del ponte che dovrà sostituire lo storico guado sul torrente Cervo nel comune di Castelletto.

Una tappa importante per le comunità interessate (oltre a Castelletto e Mottalciata anche Gifflenga) considerando il fatto che il guado era stato concepito come soluzione provvisoria a partire dal 1968 quando la storica e tragica alluvione si portò via l’opera in muratura originaria.

Dopo l’avvenuta presentazione, nei prossimi giorni lo studio verrà esaminato e presumibilmente approvato dai consigli comunali interessati prima di essere portato in Regione.
Il progetto definitivo, dalle soluzioni molto moderne, frutto del lavoro dello studio Si.Me.Te. Srl di Torino e dello studio associato Corbellaro SA di Gaglianico, prevede una struttura in corten (acciaio ossidato esente da manutenzione) ad arco sulla campata centrale, una lunghezza di 160 metri, il manto d’asfalto con proprietà antineve e antighiaccio, il passaggio ciclo-pedonale affiancato alla sede stradale con punto di sosta informativo e panoramico a centro ponte, illuminazione puntuale a led. Inoltre, come avviene da parecchi anni nei Paesi del Nord Europa, è prevista anche la realizzazione di attraversamenti protetti per la fauna.

Questo per quanto riguarda la progettazione, certamente all’altezza delle aspettative.
Ma ci sono anche le dolenti note rappresentate dai costi di realizzazione. L’importato complessivo dell’opera infatti dovrebbe aggirarsi intorno ai nove milioni di euro, cifra che comprende anche l’ampliamento della strada proveniente da Mottalciata e la rotonda per accedere da Castelletto Cervo. Una cifra che non è nelle disponibilità del territorio (l’amministrazione provinciale di Biella e comuni interessati) e che dunque dovrebbe essere reperita a livello regionale.

In questo senso anche negli anni passati la stessa Regione si era detta favorevole alla realizzazione dell’opera stradale ma – ancor più in questo periodo temporale caratterizzato dall’emergenza Covid-19 e dalle ingenti spese necessarie per farvi fronte – reperire i nove milioni di euro non sarà un’impresa facile.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *