Seguici su

Attualità

L’economia del bene: prendiamoci cura del futuro

Pubblicato

il

Continua il cammino verso la Quinta Centenaria Incoronazione della Madonna di Oropa che si svolgerà domenica 29 agosto 2021. Dopo il primo evento “Oropa: le luci della speranza”, che nello scorso mese di dicembre ha aperto il percorso verso questo nuovo anno, la seconda tappa che ci accompagnerà verso l’Incoronazione avrà come tema centrale l’economia del bene.

Ospite principale sarà Suor Alessandra Smerilli, docente di Economia politica presso la Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione Auxilium e appena nominata sotto-segretario per il Settore Fede e Sviluppo del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale. L’evento di sabato 17 aprile, in programma alle ore 21, si svolgerà nella Basilica Antica (per l’occasione e in tale orario chiusa ai fedeli) alla presenza del Vescovo e del Rettore del Santuario.

 

Maria e il “prendersi cura” nell’emergenza generata dalla pandemia

 

Nell’anno appena trascorso, in cui la vita delle persone è cambiata all’improvviso, sono emerse preoccupazioni relative a un futuro che si presenta quanto mai incerto. La crisi sanitaria, economica e sociale che sta mettendo a dura prova il mondo intero ha stimolato una riflessione su cosa sorregge, nel profondo, la nostra esistenza. In un momento in cui tutti i punti di riferimento sociali, politici ed economici sembrano scomparire, la Madonna di Oropa è rimasta un punto fermo cui rivolgere lo sguardo, una luce che illumina la speranza per il futuro. Per questo, a pochi giorni dalla Pasqua di Resurrezione, il messaggio di speranza che si cercherà di trasmettere con l’evento di sabato 17 aprile assume un significato ancora più profondo, nel percorso verso l’Incoronazione della Vergine Maria.

 

«La Madonna è madre e, quindi come ogni mamma, donna attenta e pratica che si accorge subito delle necessità e le difficoltà dei Suoi figli – Spiega il rettore del Santuario don Michele Berchi – A Cana è Lei ad accorgersi che è terminato il vino, intercede presso Suo Figlio Gesù e si rivolge ai servi con queste parole: «Non hanno più vino…. Fate quello che vi dirà» (cfr Gv 2,3.5). Gesù ordina quindi ai servi di riempire le anfore di acqua, che trasforma in vino.  Anche noi, in questo momento stiamo rischiando di restare… senza vino e la sofferenza economica sta facendo mancare la speranza. Maria è attenta ai nostri bisogni e se ne prende cura, per questo possiamo chiederLe che questo cammino verso la Sua Incoronazione sia un’occasione perché ci aiuti a seguire lo stesso consiglio che ci diede a Cana per il bene di tutto il nostro territorio e di tutti quanti».

 

Globale e locale: i giovani di “The Economy of Francesco”

 

Che cosa possiamo imparare da Maria? Quale è il contributo delle donne all’economia e quali prospettive abbiamo per la società del domani? In che modo l’Incoronazione della Madonna di Oropa può diventare un momento di ispirazione concreta per progettare un futuro migliore?

 

Sono alcuni dei temi che animeranno il dialogo con Suor Smerilli, che, oltre a ricoprire il ruolo di docente di Economia Politica presso l’Auxilium, è anche membro del Comitato scientifico di “The Economy of Francesco”. E saranno proprio i giovani biellesi che hanno aderito alla chiamata di Papa Francesco a condurre l’incontro e a dare voce alle speranze e alle sfide che hanno maturato e raccolto in questi mesi di confronto.

L’evento “The Economy of Francesco” che nello scorso mese di novembre ha visto la partecipazione di oltre 2000 giovani e imprenditori per ripensare all’economia del domani, non si è esaurito nella tre giorni di Assisi, ma si è trasformato in un processo che continua ad aggregare giovani e adulti di tutto il mondo che insieme condividono l’obiettivo di cambiare l’economia.

 

“Nessuno si salva da solo”, ha affermato il Pontefice nell’invito rivolto ai giovani di oltre 100 Paesi a ispirarsi al Santo di Assisi, a ritrovare nella fede cristiana lo spirito del bene comune, a riconoscere il bisogno che abbiamo gli uni degli altri per dare vita a una nuova cultura economica, capace di “far germogliare sogni e riscaldare i cuori”.

 

Grazie alla cultura dell’incontro che consente di aprirsi al dialogo, di fare tesoro delle differenze per discutere e generare risposte ai problemi globali, si stanno creando i presupposti per una trasformazione che scaturisce da una nuova visione culturale, politica, economica e sociale.  Questa nuova consapevolezza che unisce il desiderio di cambiamento globale alla volontà di cogliere le istanze locali per agire concretamente a sostegno della comunità, abbraccia le molteplici iniziative in atto sul territorio biellese e anima il cammino che ci porterà ad arrivare più maturi all’Incoronazione della Madonna di Oropa.

 

Valori concreti sul territorio: i progetti della Diocesi

 

Reciprocità, comunione e sostenibilità, sono valori che in apparenza mal si sposano con l’economia, ma nel nostro territorio già hanno trovato concretezza nella Scuola di Economia Civile che a Biella ha promosso un modello economico che pone al centro la felicità pubblica attraverso la corretta gestione dei beni comuni. L’iniziativa, promossa da Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, Diocesi di Biella e Banca Simetica, in collaborazione con il consorzio Filo da Tessere, ha offerto un’occasione vera di cambiamento, affinché l’attuazione di questi valori non sia più un sogno utopico.

 

L’Incoronazione, oltre a coinvolgere l’intero territorio biellese in tutte le sue componenti sociali, va al di là del gesto che si effettuerà durante la cerimonia del 29 agosto. Nonostante i gravi problemi generati da questa crisi devastante, nel cuore di tante persone è sbocciato uno spirito di solidarietà per portare aiuto a chi ne ha più bisogno.

 

Per dare voce e continuità a queste iniziative germogliate all’interno della comunità in un’opera concreta di impegno sociale, la Diocesi di Biella ha dato vita a un progetto rivolto a piccole imprese, artigiani e famiglie in difficoltà.  Durante la serata del 17 aprile, verrà presentato il progetto di sostegno economico avviato attraverso il fondo di fraternità attivato tramite la fondazione Operti, con il sostegno della Diocesi, di enti e di privati. Un progetto di speranza e di comunità che avrà una dimensione generativa e che si prefigge l’obiettivo di affrontare l’isolamento e la solitudine attraverso la cultura dell’ascolto e del dialogo.

 

«In questo tempo di pandemia, di fronte alle mutate e accresciute necessità e urgenze di ampi settori della nostra società, come comunità cristiana ci siamo messi alla scuola della carità e della solidarietà che è un principio fondamentale della dottrina sociale della Chiesa. – spiega Mons. Roberto Farinella, vescovo di Biella – Non chiudere il cuore di fronte alle necessità dei fratelli e incoraggiati anche dall’insegnamento di Papa Francesco nell’enciclica Fratelli tutti e dalla sua richiesta di fondare una nuova economia basata sulla persona (The Economy of Francesco) abbiamo voluto come Chiesa lasciarci coinvolgere in un progetto di solidarietà, speranza e futuro che possa favorire un vero processo di integrazione e di aiuto a tutti i cittadini. Ben oltre i trasferimenti di risorse per sostenere l’economia, la solidarietà va intesa come “fare insieme” e come “essere aperti ad integrare tutti”, specialmente chi è ai margini. La pandemia ha rivelato che, lungi dall’essere autosufficienti, ognuno di noi è chiamato a sostenersi a vicenda e che la solidarietà è la convinzione che il vero interesse di ciascuno è riconoscere e accettare in pratica l’interdipendenza di tutti favorendo le condizioni per lo sviluppo dei propri progetti di futuro, di lavoro e di speranza».

 

In ottemperanza alle norme vigenti, la serata verrà trasmessa in diretta streaming attraverso i canali web mettendo così in condizione di partecipare un pubblico molto vasto, anche al di là dei confini del territorio biellese.

 

L’evento si svolgerà nella Basilica Antica del Santuario di Oropa, per l’occasione chiusa ai fedeli, e verrà diffuso in streaming sul canale You Tube, sul sito del Santuario www.santuariodioropa.it/funzioni-in-diretta  e sulla pagina facebook @Santuariodioropaofficial

 

Informazioni:

Ufficio Stampa del Santuario: Linda Angeli linda.angeli@santuariodioropa.it  Tel. 393 9116705

 

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *