La Provincia di Biella > Attualità > Incrocio degli incidenti, dopo le proteste arriva lo “stop”
Attualità Biella -

Incrocio degli incidenti, dopo le proteste arriva lo “stop”

Detto, fatto. Dopo l’ennesimo incidente e le polemiche dei residenti, l’amministrazione comunale è intervenuta tempestivamente per tentare di rendere più sicuro l’incrocio tra via Firenze e via Cucco, a Chiavazza.

Detto, fatto. Dopo l’ennesimo incidente e le polemiche dei residenti, l’amministrazione comunale è intervenuta tempestivamente per tentare di rendere più sicuro l’incrocio tra via Firenze e via Cucco, a Chiavazza.

Detto, fatto. Dopo l’ennesimo incidente e le polemiche dei residenti, l’amministrazione comunale è intervenuta tempestivamente per tentare di rendere più sicuro l’incrocio tra via Firenze e via Cucco, a Chiavazza.

Come richiesto, è “ricomparsa” la segnaletica orizzontale: lo “stop” ora è segnalato anche sull’asfalto, oltre che su un cartello che risultava ben poco visibile.

L’intervento è stato realizzato nei giorni scorsi, successivamente allo scontro tra una Panda e un Doblò, avvenuto venerdì mattina. In seguito all’impatto, era stato necessario l’intervento di polizia municipale e 118 in soccorso al giovane conducente della Fiat, rimasto lievemente ferito. L’ultimo di una lunga serie di incidenti che, a detta dei chiavazzesi, si ripetono regolarmente più o meno ogni dieci giorni.

Il nuovo “stop” non è passato inosservato e diversi residenti hanno espresso la propria soddisfazione sulla pagina Facebook “Sei di Chiavazza se”, dove nei giorni precedenti qualcuno era arrivato a proporre di armarsi di vernice e pennello e realizzare una sorta di segnaletica “fai da te”. Non è stato necessario.
Per celebrare l’evento qualcuno ha tirato fuori il latino: “Habemus stop”. Qualcun altro addirittura la mano divina: “Miracolo!”.

Non mancano, però gli scettici. Qualcuno ammette di non credere “che cambierà molto”.
Adesso infatti la palla passa agli automobilisti. Lo stop c’è ed è ben segnalato, ora non hanno più scuse.