La Provincia di Biella > Attualità > Il bus urbano prosegue fino a settembre
Attualità Biella -

Il bus urbano prosegue fino a settembre

E’ da poco terminato il periodo di sperimentazione della linea urbana 900. L’amministrazione comunale ha tuttavia deciso di proseguire con il servizio almeno fino al 28 settembre. La giunta Cavicchioli sta già valutando alcune modifiche ai percorsi e agli orari che comunque non dovrebbero entrare in vigore prima dell’inizio del mese di ottobre.

E’ da poco terminato il periodo di sperimentazione della linea urbana 900. L’amministrazione comunale ha tuttavia deciso di proseguire con il servizio almeno fino al 28 settembre.

La giunta Cavicchioli sta già valutando alcune modifiche ai percorsi e agli orari che comunque non dovrebbero entrare in vigore prima dell’inizio del mese di ottobre.

E’ da poco terminato il periodo di sperimentazione della linea urbana 900. L’amministrazione comunale ha tuttavia deciso di proseguire con il servizio almeno fino al 28 settembre.

La giunta Cavicchioli sta già valutando alcune modifiche ai percorsi e agli orari che comunque non dovrebbero entrare in vigore prima dell’inizio del mese di ottobre.

La principale novità allo studio dell’assessore Stefano La Malfa, con delega ai trasporti, riguarderà molto probabilmente la cadenza dei passaggi. Attualmente i pullman transitano sul percorso urbano ogni mezz’ora, mentre dal 28 di luglio in concomitanza con l’inevitabile calo dell’utenza dovuto alle vacanze estive, la cadenza diverrà oraria. Inoltre si ipotizza che, anche considerata l’imminente apertura del nuovo ospedale cittadino, ci potrà essere qualche modifica al tracciato attuale, proprio dalle parti di corso 53esima Fanteria, così da consentire a tutti i cittadini un più facile accesso al nuovo nosocomio.

A questo proposito la linea urbana verrà allungata di circa cinquecento metri per servire meglio buona parte del Villaggio Lamarmora. In ogni caso fino al 28 settembre il percorso resterà invariato. A ridursi saranno, invece, i costi del servizio che, proprio per il passaggio dei bus una volta ogni ora, scenderanno dagli attuali 13mila euro mensili a poco più di 9mila.

Articolo precedente
Articolo precedente