Seguici su

Attualità

“Genitori al lavoro e figli accuditi nelle strutture del Comune” partito il progetto di assistenza in Valsesia

Pubblicato

il

Le facce serene dei genitori che hanno potuto lasciare finalmente i propri figli prima di andare a lavorare

Nonostante il no da parte del Ministro dell’Istruzione all’utilizzo delle scuole per un progetto di assistenza ai bambini, a Borgosesia il Sindaco Tirmani ha tirato dritto per la sua strada.

Oggi, infatti, il Primo Cittadino Valsesiano ha così commentato sulla sua pagina Facebook il primo giorno di avvio dell’iniziativa: “Le facce serene dei genitori che hanno potuto lasciare finalmente i propri figli prima di andare a lavorare in un contesto sicuro e protetto, vale più di ogni altra cosa. Borgosesia e Quarona esempio per tutta Italia!”

Telecamere da tutta Italia

Ad immortalare l’avvio del progetto di assistenza ai minori programmato inizialmente nelle scuole, come riportano i colleghi di NotiziaOggi, a Borgosesia oggi c’erano telecamere da tutta Italia: il caso è diventato nazionale.

Alle 8 di oggi, martedì 12 maggio 2020, è stato infatti attivato il servizio di assistenza ai minori dedicato esclusivamente a quei bambini – di età compresa fra i 3 e i 10 anni – i cui genitori sono entrambi ritornati al lavoro al 4 maggio. Inizialmente il progetto prevedeva di utilizzare gli edifici scolastici, ma in seguito al veto posto dal Ministero ha avuto luogo nelle palestre comunali. L’iniziativa ha avuto vasta risonanza nazionale. Sono diversi, inoltre, i sindaci che hanno contattato il primo cittadino Paolo Tiramani per avere informazioni.

Foto presa dalla pagina Facebook del sindaco Paolo Tiramani

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *