La Provincia di Biella > Attualità > Ex Standa torna vuota, si trasferisce la palestra
Attualità-

Ex Standa torna vuota, si trasferisce la palestra

Il timore è che ora l'immobile faccia la fine dell'ex Upim

Ex Standa torna vuota, si trasferisce la palestra.

Spazi vuoti

La ex Standa rimane di nuovo vuota a seguito del trasferimento della palestra Metropolitan nella nuova sede, che dovrebbe aprire nei prossimi mesi a Gaglianico. Ma quale sarà quindi la sorte degli spazi che un tempo hanno ospitato uno dei simboli storici della grande distribuzione italiana? Al momento il futuro sembra essere ancora nebuloso, in quanto non si hanno notizie di offerte d’acquisto dei locali da parte di potenziali acquirenti.
La conferma arriva dagli uffici dell’assessorato al commercio diretto da Stefano La Malfa, che a tal proposito commenta: «Ad oggi non è pervenuta alcuna comunicazione riguardante una nuova apertura negli spazi dell’ex Standa».
La preoccupazione è quindi che i locali di piazza Vittorio Veneto possano seguire le orme di un altro simbolo storico del commercio cittadino, l’Upim, sul quale tanto si è discusso ma sul quale di fatto non si è mai arrivati ad una soluzione per evitare l’abbandono della struttura, che ormai va avanti dal lontano 2008.
Per quanto riguarda la sede dell’ex Upim, come in tanti ricorderanno, venne aperta nel maggio del 1968 e chiuse i battenti dieci anni fa. Tra i vari progetti che si sono susseguiti per far tornare a vita nuova l’edificio di quattro piani collocato all’incrocio fra via Gramsci e via Colombo, l’allora sindaco Vittorio Barazzotto lo voleva comperare per realizzare la nuova sede della biblioteca civica. Le successive elezioni cittadine furono però vinte da Dino Gentile, che accantonò il progetto.
A seguire si fece poi avanti un gruppo lombardo con l’idea di creare all’interno l’Al Senter, ovvero uno spazio che potesse racchiudere tutti i negozi del centro. Proposta, quest’ultima, che era stata accolta con grandissimo entusiasmo e speranza dai cittadini e dai commercianti biellesi, ma che si era poi conclusa, ancora una volta, con un nulla di fatto.

Anche i locali dell’ex Standa, prima dell’apertura della palestra Metropolitan erano rimasti vuoti per diversi anni. Al momento, dunque, la speranza è che i due grandi spazi collocati nel centro cittadino, un tempo centri nevralgici del commercio, non rimangano desolatamente abbandonati a loro stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente