La Provincia di Biella > Attualità > Dal poker al foro: la carriera del biellese Lorenzo Battaglia
AttualitàBasso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Dal poker al foro: la carriera del biellese Lorenzo Battaglia

Il territorio centro-settentrionale del Piemonte annovera svariati giocatori di poker sportivo. Il più famoso è certamente il biellese Lorenzo “Batta85” Battaglia, nonostante nel 2014 abbia lasciato il tavolo verde per dedicarsi all’arte forense.

Il territorio centro-settentrionale del Piemonte annovera svariati giocatori di poker sportivo. Il più famoso è certamente il biellese Lorenzo “Batta85” Battaglia, nonostante nel 2014 abbia lasciato il tavolo verde per dedicarsi all’arte forense.

i.p.

Il territorio centro-settentrionale del Piemonte annovera svariati giocatori di poker sportivo. Il più famoso è certamente il biellese Lorenzo “Batta85” Battaglia, nonostante nel 2014 abbia lasciato il tavolo verde per dedicarsi all’arte forense. Dalla sua carriera pokeristica spicca il titolo di Supernova Elite, un ambitissimo traguardo raggiunto nel dicembre 2013, assegnato da PokerStars.

Diventa Supernova Elite chi gioca online moltissimo sul sito di poker della picca rossa, che tradotto in VPP significa almeno 1 milione all’anno (VPP sta per Vip Player Points e indica i punti racimolati in ogni partita, che si sommano nell’arco dell’anno che inizia a gennaio e termina a dicembre). Battaglia si era posto l’obiettivo di diventare Supernova Elite nel 2013 e aveva iniziato l’anno nel migliore dei modi, giocando ogni giorno, escluso la domenica, circa 20 mila mani per 12 ore. I ritmi serrati gli hanno permesso di accumulare così tanti VPP che Batta85 ha potuto prendersi una pausa da maggio a settembre per ricaricare le batterie e, tornato al tavolo verde, ha concluso l’ambiziosa opera che gli ha donato il titolo e 65 mila euro.

Quello che per Lorenzo era iniziato come un passatempo aveva acquisito una valenza professionale già nel 2010 con la vittoria dello SCOOP Main Event di PokerStars, ossia dello Spring Championship Of Online Poker, una serie di tornei online di poker alla quale possono partecipare giocatori di ogni livello e di ogni tasca, visto che il buy-in va da 5 a 250 euro. La vittoria era valsa al giocatore biellese ben 89 mila euro che, insieme ai 65 mila vinti nel 2013, hanno formato un bel gruzzolo che Lorenzo ha dichiarato aver messo da parte per il futuro.

Battaglia, laureatosi in giurisprudenza, si è a un certo punto trovato di fronte a un bivio: continuare col poker o seguire l’avvocatura? Come scrive sul suo blog, la riflessione sulla sua futura vita lavorativa lo ha portato a scegliere la pratica forense, nell’ottica di conseguire fra 2015 e 2016 il titolo di avvocato. Non nasconde la sofferenza provata nel prendere una tale decisione e abbandonare l’obiettivo di riconfermarsi Elite, e spende parole riconoscenti per gli anni passati al tavolo verde: «Sarò sempre grato al poker, mi ha dato l’opportunità di mantenermi vivendo una vita agiata e alle volte quasi surreale».

Addio o arrivederci? Questo ce lo dirà il tempo. Il Piemonte del poker non rimane comunque a mani vuote, potendo contare su Alberto Spigolon, Massimiliano Forti ed Enrico Mosca. Spigolon, biellese come Battaglia, si fa conoscere nel 2007 arrivando primo al Main Event Red Sea Poker Tournament, giocato a Sharm el Sheikh, che gli è valso 35.000 euro. Gli altri risultati notevoli della sua carriera risalgono al 2012 e sono il terzo posto ottenuto al Main Event dell’Italian Poker Tour di San Remo, con i relativi 68.000 euro di premio, e il secondo posto in una tappa dell’Italian Poker Tour giocata a Nova Gorica con 22.200 euro di vincita.

http://www.pokerstars.it/it/blog/COP_4304A.jpg

Spigolon si trova al 248esimo posto della Italy All Time Money List, la classifica dei migliori giocatori italiani, con un totale di 182.422 euro guadagnati nei tornei live. Si sale di posizioni con Massimiliano Forti da Novara, che ricopre il 129esimo posto della classifica con 294.993 dollari. La sua vincita più succosa non coincide con un primo posto, ma col secondo ottenuto nel 2011 al Masters Event Poker Grand Prix (stagione 3) a Saint-Vincent, fruttatogli 57.000 euro. Forti ha partecipato molte volte all’Italian Poker Tour, arrivando al Main Event e ottenendo un piazzamento a premi ben 9 volte, la migliore delle quali è il sesto posto del 2014 a Saint-Vincent.

Ancora più in alto nella Italy All Time Money List si attesta il torinese Enrico Mosca, al 98esimo posto con 354.157 dollari. Il suo palmares annovera numerosi buoni piazzamenti e tanti primi posti: campione d’Italia nell’Italian Rounders Poker Tour del 2009, primo alla La Notte degli Assi nel 2012 e nel 2014, primo alla Snai Poker Cup veneziana del 2012, primo nel torneo Turbo delle Italian Series of Poker (ISOP) a Saint-Vincent nel 2013, al Main Event delle PokerClub Live Series a Venezia, al Planet Poker Deepstack Series a Pravets, all’IPT Grand Final Saint Vincent, alla Juego Cup IPT Saint Vincent del 2014 e primo al Saint-Vincent Resort & Casino Recurring Tournaments a Saint-Vincent nel 2015. Il nuovo anno è iniziato positivamente per Forti e Mosca che si apprestano a tenere alta la bandiera del poker piemontese.  

Articolo precedente
Articolo precedente