La Provincia di Biella > Senza categoria > “La sfida della differenziata riguarda anche i piccoli comuni”
Senza categoria Basso Biellese -

“La sfida della differenziata riguarda anche i piccoli comuni”

“Non sono soltanto i grandi comuni del Biellese a dover affrontare il problema della raccolta differenziata anzi, spesso le prove più ardue sono quelle che spettano ai paesi più piccoli”. A spiegarlo è l’amministratore delegato di Seab Silvio Belletti.

“Non sono soltanto i grandi comuni del Biellese a dover affrontare il problema della raccolta differenziata anzi, spesso le prove più ardue sono quelle che spettano ai paesi più piccoli”. A spiegarlo è l’amministratore delegato di Seab Silvio Belletti.

“Non sono soltanto i grandi comuni del Biellese a dover affrontare il problema della raccolta differenziata anzi, spesso le prove più ardue sono quelle che spettano ai paesi più piccoli”. A spiegarlo è l’amministratore delegato di Seab Silvio Belletti, che venerdì pomeriggio è stato chiamato dal sindaco di Villanova Biellese Giovanni Mandaracina per un incontro con i cittadini in cui stilare una nuova strategia per la raccolta dei rifiuti.

Incontro eccezionalmente partecipato, dato che erano presenti una trentina dei circa 190 abitanti del piccolo centro, a rappresentare poco meno di un terzo dei nuclei familiari, tutti molto interessati a capIre se era possibile migliorare il servizio e avere qualche vantaggio sulle bollette.

“In  un  comune  di  queste  dimensioni  –  ha  spiegato  Belletti  –  non  è  possibile applicare la strategia scelta in gran parte del Biellese, cioè la raccolta domiciliare, farebbe sì alzare il livello della raccolta differenziata, ora ferma al 30%, ma anche i costi di gestione in maniera esagerata”.

E allora bisogna fare scelte diverse per raggiungere lo stesso obiettivo. “Prima di tutto ripartendo con l’informazione. Negli anni le regole della differenziata sono cambiate e una rinfrescata non può che fare bene a tutti”.

Alla fine, come sempre succede, tutti soddisfatti e fuoco di fila di domande a Belletti su quello che si può o meglio si deve fare per aumentare le percentuali di raccolta differenziata.

“E sempre un piacere – conclude l’a.d. Seab – vedere al termine di una riunione i cittadini  uscire  soddisfatti  e  ben  disposti  a  migliorare  il  proprio  apporto  alla differenziata. Ancora di più se si tratta d quelli di un piccolo centro come Villanova, a cui abbiamo dimostrato una volta in più di dare la giusta attenzione”.

Articolo precedente
Articolo precedente