La Provincia di Biella > Attualità > Biella inizia bene il 2015: meno spazzatura, più differenziata
Attualità Biella -

Biella inizia bene il 2015: meno spazzatura, più differenziata

La percentuale di raccolta differenziata sale, la quantità totale di spazzatura prodotta scende: inizia con un trend positivo il 2015 sul fronte dei rifiuti, con l'obiettivo del 65% di differenziata da raggiungere al più presto e quello del passaggio alla raccolta puntuale, con la nuova forma di tariffazione, già fissato per il 1 gennaio 2016.

La percentuale di raccolta differenziata sale, la quantità totale di spazzatura prodotta scende: inizia con un trend positivo il 2015 sul fronte dei rifiuti, con l’obiettivo del 65% di differenziata da raggiungere al più presto e quello del passaggio alla raccolta puntuale, con la nuova forma di tariffazione, già fissato per il 1 gennaio 2016.

La percentuale di raccolta differenziata sale, la quantità totale di spazzatura prodotta scende: inizia con un trend positivo il 2015 sul fronte dei rifiuti, con l’obiettivo del 65% di differenziata da raggiungere al più presto e quello del passaggio alla raccolta puntuale, con la nuova forma di tariffazione, già fissato per il 1 gennaio 2016.

I primi dati dei mesi di gennaio e febbraio fanno segnare un +3% rispetto alla media del 2014, che si era chiuso con un 51,59% di percentuale “pura” a cui in sede di calcolo definitivo andranno sommati i cosiddetti assimilati, pari a circa il 5%. La media dei primi due mesi dell’anno dice 54,51%.

«Otteniamo questa cifra, stimando a 0,8% come nella media 2014 la percentuale dei rifiuti tessili riciclati, che ancora non abbiamo per i primi due mesi» spiega l’assessore Diego Presa. «Per quanto riguarda il valore percentuale è una salita che ci avvicina all’obiettivo del 65%, sempre considerando il 5% degli assimilati».

Per quanto riguarda i valori assoluti, nei primi due mesi dell’anno la quantità di rifiuti indifferenziati portati in discarica è stata inferiore di quasi 160 tonnellate rispetto al gennaio e febbraio del 2014, 1.391 tonnellate contro 1.549. Siccome affidare una tonnellata di rifiuti alla discarica costa tra i 120 e i 150 euro, meno spazzatura da smaltire significa anche un risparmio. «Se questa tendenza si confermasse – analizza Presa -, il 2015 potrebbe essere il primo anno a chiudersi con meno di 20mila tonnellate di rifiuti totali, tra differenziata e indifferenziata, prodotti in un anno. E pensare che nel 2000 erano 27mila».

Aprile intanto sarà il mese dell’entrata in vigore della raccolta settimanale dell’indifferenziata nel rione Vernato. Da qui all’estate, il sistema raggiungerà anche Centro e Riva, diventando così la regola in tutta la città.

Articolo precedente
Articolo precedente