Seguici su

Eventi e cultura

Ecco tutti i migliori ristoranti del Biellese secondo Il Golosario 2021

Pubblicato

il

Quest’anno è uscita puntuale, nonostante le difficoltà, la sesta edizione de Il Golosario 2021 (Comunica edizioni), la guida nazionale ai sapori d’Italia della coppia con il papillon. I due volumi: I ristoranti del Golosario firmato dal duo Massobrio-Gatti e La Guida alle cose buone d’Italia di Paolo Massobrio, presentano numerose novità, ma soprattutto una carrellata di tanti giovani produttori che hanno deciso di seguire le tradizioni locali.
Le guide sono un itinerario all’insegna del gusto e dell’arte culinaria della penisola, dove vengono descritte aziende agricole, oleifici, enoteche e ristoranti che hanno un comun denominatore: l’eccellenza enogastronomica italiana. Ciò che viene illustrato nella guida è una produzione che resiste alle avversità e che ha voglia di rinascere con dedizione e passione. Tra i 3175 locali recensiti e i circa 2168 produttori citati per categorie, spicca l’eccellenza Biellese.

I premiati nel Biellese

Infatti sono 18 i ristoranti premiati della zona insieme ad una cinquantina di produttori artigianali. Un taccuino che fornisce delle informazioni utili per chi volesse fare una tappa di qualità nella nostra provincia e non solo. La classificazione dei locali biellesi riporta tra i ristoranti più apprezzati Matteo Caffè e Cucina aggiudicandosi il simbolo di miglior ristorante della zona; la sua cucina è stata definita “radiosa” insieme al ristornate Da Armando di Camburzano, locale di riferimento per il pesce nel Biellese, che è stato giudicato con lode dagli esperti grazie alla passione e alla professionalità dei proprietari. Al 20, il ristorante in centro Biella, viene rimproverato soltanto il cambio dello chef in una stagione difficile, ma è stato considerato pur sempre valido per quanto riguarda la proposta di carni, vini e in rapporto qualità prezzo.


Nel paese di Pier Giorgio Frassati il ristorante Il Patio è stato definito locale bomboniera dove l’enciclopedica padronanza delle materie prime riceve la “corona radiosa” come miglior ristorante. Il Faggio è stato altrettanto apprezzato aggiudicandosi una votazione da 10 e lode insieme al locale polifunzionale Alberti Caffè e Bistrot di Trivero, dove la tecnica a e l’innovazione sono state più che gradite. Gatti- Massobrio rivolgono un giudizio positivo anche al ristorante Baracca per la sua cucina tradizionale ed autentica. I Due Cuori viene classificato come ristorante di lusso, forse per la location affascinante che da su Piazza Cisterna; classificato di lusso anche il ristorante boutique Sartoria, innovativo e su misura. Il percorso all’insegna gusto biellese prosegue verso Oropa, dove Il Caminetto e la Croce Bianca, situati a due passi dalla Madonna Nera ricevono un ottimo giudizio sui piatti di selvaggina, polenta e funghi. Il Torchio di Candelo viene definito “un posto da cinema” non solo per i suoi piatti, ma anche per il luogo suggestivo in cui si trova. Viene premiata la semplicità e la freschezza dell’Osteria dell’Oca Bianca di Cavaglià, Panta Rei a Cossato con un locale elegante dalla cucina interessante. A Graglia il Ristorante del Santuario, a ridosso della basilica è stato definito piacevolmente retrò ed apprezzato grazie all’uso di materie prime del territorio. A Mongrando l’attività Tre Camini offre un mix di sobrietà ed eleganza che risuona in ogni piatto servito. Le portate e l’atmosfera familiare che riserva la Taverna del Gufo appena fuori Biella ad Occhieppo Inferiore, è stata piacevolmente apprezzata dagli autori. Infine la carrellata tra i migliori ristoranti del territorio si conclude con il QB di Ponderano, un locale semplice, ma curato caratterizzato da una cucina frizzante e raffinata. La maggior parte di questi ristoranti offrono ai propri clienti piatti vegetariani e soprattutto la possibilità di portare a casa quanto ordinato e non consumato durante il pasto, altri invece a causa dell’emergenza si sono adattati con servizi delivery e take away; in quasi tutti i locali sono ammessi cani di piccola taglia.

Sara Curatolo

1 Commento

1 Commento

  1. Pingback: Ecco quali sono e dove comperare i prodotti enogastronomici più buoni del Biellese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *