Seguici su

Biella

Rinviata a giudizio la ragazza che ha investito e ucciso padre Ilario Cavaliere

Sacerdote di Cerriore

Pubblicato

il

A conclusione delle indagini preliminari, il Pubblico Ministero della Procura di Padova, dott.ssa Valeria Spinosa, titolare del procedimento penale per la tragica morte del sacerdote biellese padre Ilario Cavaliere, ha chiesto il rinvio a giudizio per la ragazza che il 9 dicembre 2020 ha investito a Padova  l’anziano sacerdote causandone il decesso. L’udienza preliminare del processo è stata fissata il 14 marzo 2022.

La tragedia aveva destato vasta eco anche perché il religioso, che aveva 87 anni, era molto conosciuto e ben voluto, non solo in Italia ma anche nel Sud America. Originario di Castelgomberto, nel Vicentino, padre Ilario era cresciuto nel Biellese, a Vergnasco di Cerrione, dove si era presto trasferita la sua famiglia, dove risiedono tuttora i suoi parenti e dove tornava periodicamente dalle sue missioni.

Pur essendo in pensione, padre Ilario Cavaliere godendo di buona salute nonostante l’età avanzata era ancora molto attivo e anche il 9 dicembre dello scorso anno, come faceva abitualmente, e più volte al giorno, si stava recando dalla sua residenza nella vicina chiesa della parrocchia del Santissimo Crocifisso dove aiutava il parroco nelle varie mansioni. Ed è appunto mentre attraversava la strada in via Bembo, all’altezza del civico 65, come aveva fatto migliaia di volte negli ultimi cinque anni, che il missionario è stato investito da una Toyota Aygo condotta da F. S., 23 anni, di Padova.

 

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *