La Provincia di Biella > Cronaca > Mettere le barriere di protezione sul ponte della tangenziale costerebbe 200mila euro
Cronaca Biella -

Mettere le barriere di protezione sul ponte della tangenziale costerebbe 200mila euro

Telecamere e siepi non serviranno a niente

Dopo i cancelleti, l’ultima novità, che arriva sempre dalla Provincia, è quella di piazzare sul ponte della tangenziale telecamere accese 24 ore su 24 e anche siepi e fioriere. Il tutto per dare una risposta all’emergenza suicidi. L’impressione diffusa è quella che si tratti dell’ennesimo, inutile palliativo.

Se davvero si vuole risolvere il problema del viadotto maledetto, l’unico strumento efficace sono le barriere di protezione, utilizzate in molte situazioni analoghe in tutto il mondo. Quanto costerebbe realizzarle? Lo abbiamo chiesto a un ingegnere che, dopo un rapido calcolo, ha quantificato in circa 200mila euro il costo dell’opera (posa compresa).

E’ possibile che gli enti locali, capaci di trovare milioni di euro per parcheggi, funicolare, cabinovia, piste ciclabili, e tanto altro, non sappiano mettere insieme 200mila euro per realizzare le barriere? La vita anche di un solo essere umano non vale 200mila euro?

 

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente