Seguici su

Circondario

Clandestini salgono su un tir convinti di andare in Francia ma si ritrovano a Gaglianico

L’autista, ignaro di tutto, ha aperto il camion e si è trovato di fronte 9 poveri disperati tra questi alcuni giovanissimi

Pubblicato

il

GAGLIANICO – Clandestini salgono su un tir convinti di andare in Francia ma si ritrovano a Gaglianico.

Un mese fa a Gifflenga era avvenuto un episodio simile

Un episodio molto simile a quello avvenuto a Gifflenga solo un mese fa si è ripetuto nella tarda mattinata di mercoledì 28 luglio quando i Carabinieri delle stazioni di Candelo, Biella e Andorno Micca, insieme al personale della Sezione Operativa del N.O.R.M. della Compagnia Carabinieri di Biella, sono intervenuti presso una ditta di Gaglianico dove, poco prima, un dipendente della medesima azienda, aperto il vano di carico di un autoarticolato appena giunto in deposito, ha scoperto la presenza all’interno di nove uomini che viaggiavano clandestinamente a bordo del mezzo.

Cercano di scappare

I clandestini, inizialmente, si sono dati alla fuga, ma questa è durata poco, infatti, sono stati immediatamente rintracciati e bloccati dai Militari dell’Arma. I Carabinieri su disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Biella, hanno proceduto quindi con il fermo per l’identificazione dei soggetti, conducendoli, per le successive incombenze, presso gli uffici di via Rosselli, dove sono stati tutti attentamente controllati ed identificati.

Tre sono cittadini iraqueni

Al termine dei primi accertamenti, i Militari hanno denunciato in stato di libertà per ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato tre cittadini iraqueni, tra i 20 ed i 40 anni, e hanno notificato loro il biglietto di invito presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Biella. I deferiti hanno fatto richiesta di Asilo Politico per motivi umanitari.

Sei sono iraniani

Ulteriori accertamenti, svolti nella giornata, hanno permesso, invece, di appurare che gli altri sei cittadini, tutti iraniani, tutti giovanissimi e già richiedenti asilo, risultavano essere in possesso di un precedente biglietto di invito presso l’Ufficio Stranieri della Questura di Torino.

Volevano andare in Francia

Da quanto emerso, anche grazie all’ausilio degli interpreti, si è accertato che i soggetti erano intenzionati ad entrare clandestinamente in Francia. Pertanto, nella notte, sono saliti a bordo dell’autoarticolato in un’area di servizio autostradale sconosciuta, all’insaputa degli autisti polacchi del mezzo pesante, credendo di essere diretti verso il Paese d’Oltralpe. Tuttavia, il percorso di quel tir era totalmente diverso ed i nove uomini si sono ritrovati nel biellese. Quanto al ruolo degli autisti dell’autoarticolato, questi si sono accorti della presenza dei clandestini a bordo solo all’arrivo presso la citata azienda, risultando quindi estranei ai fatti.

I Carabinieri di Biella hanno infine provveduto ad inoltrare tutti gli atti all’Autorità Giudiziaria per le successive valutazioni di competenza.

Immagine di repetorio

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *