Seguici su

Cossatese

Clandestini si nascondono su un tir sperando di arrivare in Francia ma si ritrovano nel Biellese

Sorpresa per l’autista dell’autoarticolato giunto a Gifflenga per consegnare il carico che non si era accorto di nulla

Pubblicato

il

GIFFLENGA – Sorpresa per l’autista di un autoarticolato giunto nel piazzale di una ditta del biellese per consegnare il carico.

Nella prima mattinata di ieri, al momento di svolgere le operazioni di scarico del materiale, un camionista proveniente dalla Spagna ha trovato tre giovani clandestini  che avevano viaggiato a bordo del grosso mezzo. Ripresosi dallo stupore, il camionista ha immediatamente chiamato il 112. Dalla Centrale Operativa di Biella sono state inviate tre gazzelle impegnate nel servizio di prevenzione provenienti da Cossato, Mottalciata e Crevacuore che hanno rintracciato i tre irregolari.

Subito, i militari hanno chiesto la collaborazione del personale sanitario del 118 così da provvedere ai primi accertamenti sullo stato di salute degli stranieri, apparentemente in buona salute, dopodichè li hanno accompagnati in caserma per gli accertamenti del caso.

Dalla ricostruzione del fatto è emerso che i fermati, risultati provenire dal Bangladesh, nel corso della precedente nottata erano saliti clandestinamente a bordo del cassone del tir fermo nei pressi di Ventimiglia per una sosta tecnica, senza che l’autista si accorgesse di nulla, nel maldestro tentativo di attraversare il confine con la Francia. Purtroppo per loro, il grosso veicolo si è diretto in questa provincia ed  gli extracomunitari si sono ritrovati ancora in Italia. Sono in corso accertamenti per stabilire la loro posizione sul Territorio nazionale, in collaborazione con la Questura di Biella. Della vicenda è stata informata l’Autorità giudiziaria biellese.

1 Commento

1 Commento

  1. Pingback: Clandestini salgono su un tir convinti di andare in Francia ma si ritrovano a Gaglianico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *