La Provincia di Biella > Attualità > Speriamo che Seab non faccia la fine di Alitalia
Attualità Biella -

Speriamo che Seab non faccia la fine di Alitalia

Lettera

Memori  del fatto che ai tempi delle giunte Scaramal e Bianchetto i consiglieri di minoranza dell’allora  Casa delle Libertà nonché delle liste Civiche ad essa collegate, per ben 2 volte disertarono i Consigli Comunali convocati per discutere i bilanci annuali del Comune di Cossato, siamo curiosi di vedere cosa faranno gli attuali sindaci di Biella e di  Cossato, visto che sono i due principali debitori,  per evitare il fallimento della SEAB, senza dover partecipare ad una pesante ricapitalizzazione della suddetta “partecipata”.

Visto  altresì  che i suddetti  Sindaci, specie per Cossato, non potranno attingere dai favolosi premi, purtroppo solo virtuali, ritirati in pompa magna come “Comune riciclone” e nel caso la ricapitalizzazione risulti inevitabile siamo curiosi di sapere dove i summenzionati Sindaci riusciranno a trovare i soldi necessari per una così onerosa operazione finanziaria,  sperando che le banche si rifiutino categoricamente di   partecipare a qualsiasi tipo di salvataggio riguardante un’azienda pubblica  in perenne dissesto strutturale.

Siamo anche curiosi di vedere, visto come funzionano le cose in Italia, governata da una classe dirigente pubblica di formazione post-comunista e post-sessantottina, fra quanto tempo la SEAB avrà poi bisogno di un’altra ulteriore ricapitalizzazione del tipo Alitalia!

Giovanni Ottina

Giacinto Aglietti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *