La Provincia di Biella > Attualità > Show di Fabrizio Canale al Polivalente di Mongrando
Attualità Valle Elvo -

Show di Fabrizio Canale al Polivalente di Mongrando

Appuntamento alle 21 con la grande musica

Fabrizio Canale

Oggi alle 21 si riaccendono i riflettori dei grandi spettacoli musicali al Polivalente di Mongrando: per festeggiare il terzo anniversario della gestione “Olaf”, nel piccolo comune biellese approda, per la seconda volta, Fabrizio Canale.

“Riportiamo a Biella un mostro sacro della musica”

“Grazie alla collaborazione con Claudio Togni, di Biella Jam blues, riportiamo nel biellese un mostro sacro della musica, del busking, del blues”, commenta Cristiano Zanotti, gestore del Polivalente che continua: “da sempre ricerchiamo la qualità musicale per elevare la musica a qualcosa di più di un semplice show; vogliamo che le esperienze vissute al poli rimangano vive nel cuore e nella mente di coloro che le vivono e questa sarà una di quelle. Nel frattempo cogliamo l’occasione per festeggiare questi primi tre anni di gestione “Olaf”, tre lunghi anni che hanno visto passare in questo piccolo paesino più di 8000 persone nei vari eventi che si sono svolti”.

Uno show di stampo hard blues

Fabrizio Canale porta sulle scene uno show di stampo hard blues: tra dobro, armoniche, banjo, contrabbasso, washboard e valigia di cartone presenta i propri brani insieme a tributi ai grandi maestri del blues americano, in uno spettacolo in cui l’empatia con il pubblico è al primo posto. Una musica che non può fare a meno di raccontare storie, uno spettacolo destinato ad ogni palco; dal teatro, al pub, alla strada. Dopo essere emigrato a Torino da Reggio Calabria per “cambiare aria”, per porre come obiettivo irrinunciabile la musica e la comunicazione speciale che solo essa riesce a offrire, tra arte di strada, live in giro per le città , festival e vittorie di premi di pubblico e critica (Krakow BluesRoads Festival, Galicja Blues Festival, 11 Music Contest), si delinea uno spettacolo sempre più coinvolgente, che dal blues passa attraverso soul, rock, funk, rivisitazioni di brani popolari e tanto altro.

Ora dopo un periodo in Australia & Nuova Zelanda, dove ha portato con successo la sua musica, è tornato a casa… forse non per molto. Chi ne ha l’occasione meglio la colga al volo per andarlo a sentire, pochi “one man band” sono cosi travolgenti ed esplosivi… lui è una band.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *