La Provincia di Biella > Attualità > Settimana decisiva per la campagna di vaccinazione contro il Covid-19 nel Biellese

GDL Salute

Attualità, Salute
0 commenti.

Settimana decisiva per la campagna di vaccinazione contro il Covid-19 nel Biellese

Ecco le categorie di persone che verranno vaccinate a partire da domani

Scritto da: mariafrapie@gmail.com

BIELLA – Questa sarà una settimana molto importante per la campagna di vaccinazione contro il Covid-19 nel Biellese, perché vedrà interessate tre distinte categorie: 

  • Forze dell’Ordine, Forze Armate e Polizia Municipale under 55;

  • Personale docente e non docente under 55;

  • Anziani ultra ottantenni.

Forze dell’Ordine, Forze Armate e Polizia Municipale


Domani, martedì 16 febbraio 2021, prenderà avvio per l’ASLBI la somministrazione del vaccino Astrazeneca ai componenti di Forze dell’Ordine, Forze Armate e Polizia Municipale under 55 presso il Punto Vaccinale di Biella in via Don Sturzo, 20 (Dipartimento di Prevenzione, ex Ufficio d’igiene), dalle 9 alle 14. Da mercoledì 17 febbraio sarà operativo anche il Punto Vaccinale presso la Casa della Salute di Cossato.

Come Forze dell’Ordine, Forze Armate e di Polizia municipale, in tutto il Piemonte oltre 30 mila persone (circa: 4.000 Polizia di Stato, 6.700 Carabinieri, 2.500 Guardia di Finanza, 4.500 Vigili del fuoco, 2.900 Polizia Penitenziaria, 4.500 Polizia municipale, 6.000 Esercito, 1.000 Aeronautica) di cui circa il 70% in media ha già manifestato la volontà di vaccinarsi

 

Personale, docente e non docente, in servizio presso gli istituti scolastici e universitari pubblici e privati

 

Da venerdì 19 febbraio inizieranno in Piemonte anche le prime inoculazioni per il personale under 55 anni, docente e non docente, in servizio presso gli istituti scolastici e universitari pubblici e privati, compresi quelli di Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica (AFAM) ed i servizi educativi privati e paritari. Potrà manifestare la propria volontà di aderire alla vaccinazione anti Covid-19 tramite il portale www.ilpiemontetivaccina.it

In questa fase per avviare la campagna verrà usato il vaccino AstraZeneca indicato per la popolazione con meno di 55 anni. Gli over55 possono comunque manifestare la propria adesione sul portale e saranno convocati successivamente con le modalità e le tempistiche previste dal Piano nazionale.

Si precisa che nel personale non docente rientrano: assistenti amministrativi, assistenti tecnici, collaboratori scolastici, cuochi (presso convitti), direttori dei servizi generali ed amministrativi, dirigenti scolastici, guardarobieri (impiegati presso convitti) e infermieri (impiegati presso convitti).

Coloro che, invece, soffrono di particolari patologie non dovranno usare il portale per manifestare l’adesione perché saranno informati successivamente in modo specifico sulle modalità loro riservate.

Chi non ha il proprio medico di famiglia in Piemonte può comunque aderire alla campagna vaccinale, ma con delle specifiche modalità che saranno comunicate nei prossimi giorni.

Over 80 (nati nel 1941 compresi)

Per gli ultra ottantenni la somministrazione delle dosi Pfizer-BioNtech avverrà a partire dal V-Day di Domenica 21 febbraio prossima. Il sistema di prenotazione per gli anziani ultra ottantenni sarà gestito dai Medici di Medicina Generale, con punti vaccinali sul territorio per agevolare questa categoria della popolazione più fragile che può avere più difficoltà a spostarsi. 

A partire da questa settimana, infatti, le persone con più di 80 anni potranno segnalare la loro volontà di ricevere il vaccino al proprio medico di famiglia. Ogni medico indicherà eventuali priorità sulla base del quadro clinico dell’assistito e ne registrerà l’adesione sull’apposita piattaforma regionale. L’Asl provvederà a definire gli appuntamenti e a indicare luogo, data e ora della convocazione per la vaccinazione tramite sms o mail (si può indicare anche un cellulare/e-mail di un parente o altra persona fidata). Per i pazienti non autosufficienti che non saranno in condizioni di spostarsi sarà prevista una modalità di vaccinazione a domicilio.

 

Per questa fase si prevede attualmente di raggiungere sul territorio biellese circa 350 somministrazioni al giorno con apertura dei punti vaccinali di Biella e Cossato per 7 giorni su 7. Per gli over 80 è prevista l’apertura, per ora con disponibilità solo alcuni giorni al mese, dei seguenti punti vaccinali: Valdilana, Mongrando, Cavaglià, Andorno, Sandigliano, Candelo, Vigliano.

Finora le vaccinazioni anti covid-19 erogate nel territorio dell’ASLBI sono state 13.379, di cui 6.212 di seconde somministrazioni. La percentuale di utilizzo da parte dell’ASL di Biella delle dosi di vaccino finora consegnate si attesta al 92,65% (dati aggiornati a sabato 13 febbraio 2021).