Seguici su

Attualità

Rifugio Mombarone tagliato fuori dal mondo, senza corrente e telefono dal 16 luglio

Il gestore: “Non voglio essere polemico, ma la questione che mi preoccupa di più è la sicurezza. In caso di emergenza non posso essere d’aiuto”

Pubblicato

il

GRAGLIA – “La corrente manca dal 16 luglio” così esordisce Manuel gestore del rifugio Mombarone.

Il rifugio, che sorge tra Donato e Graglia La Colma del Mombarone, è stata colpito, durante un nubifragio, da un fulmine che ha causato problemi sia alla linea dell’elettricità che a quella telefonica.

“Ci tengo a dire che non voglio essere polemico- afferma Manuel– la questione che mi preoccupa di più è la sicurezza. Infatti facendo io parte del soccorso alpino, in caso di emergenza non posso essere d’aiuto. Oltre alla corrente manca anche la linea telefonica, senza la quale non posso avvertire i soccorsi in città. Un’altra limitazione che questi malfunzionamenti mi creano sono le chiamate, infatti per poter utilizzare il telefono sono spesso costretto a scendere di circa 200 metri di dislivello”.

La situazione quindi oltre ad essere spiacevole è anche pericolosa. Fortunatamente la vicenda sta iniziando a migliorare “Nella giornata di venerdì mi è stata ridata almeno la connessione wi-fi – commenta Manuel”.

Il gestore per tentare di velocizzare la risoluzione dei problemi riferisce di aver mandato una e-mail alla Questura. Non resta quindi che essere fiduciosi e sperare che al rifugio Mombarone vengano ripristinate corrente e telefono per garantire la sicurezza di Manuel e di tutti i numerosi escursionisti che frequentano la zona.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *