La Provincia di Biella > Attualità > Ponte sul torrente Oremo, al via i lavori la riapertura entro l’inizio della scuola
Attualità Biella -

Ponte sul torrente Oremo, al via i lavori la riapertura entro l’inizio della scuola

Chiuso al traffico nei giorni scorsi a causa dell’usura eccezionale degli appoggi

Ponte sul torrente Oremo, al via i lavori La riapertura entro l’inizio della scuola

Secondo quanto comunicato dall’amministrazione provinciale di Biella, un’impresa specializzata ha dato la sua disponibilità ad intervenire a breve per la sistemazione del ponte sul torrente Oremo, nel comune di Ponderano, chiuso al traffico nei giorni scorsi a causa dell’usura eccezionale degli appoggi. Secondo quanto concordato con l’impresa, che a seguito di importanti sollecitazioni ha confermato che il ponte potrà essere riaperto prima dell’inizio del nuovo anno scolastico, saranno necessarie 10 giornate lavorative per il completamento dell’intervento, che sarà suddiviso in due fasi.
La prima fase prevede la posa di tre martinetti idraulici (uno per ogni appoggio) il sollevamento del ponte e la successiva sostituzione degli attuali appoggi con degli appoggi provvisori, in attesa della consegna di quelli definitivi e posa di un nuovo giunto in gomma armata sulla linea di spalla interessata. La seconda fase prevede un nuovo sollevamento del ponte per la sostituzione degli appoggi provvisori con quelli definitivi e tutte le opere conseguenti per il completamento dei lavori.
Già a seguito della prima fase, per la quale sono previste sei giornate lavorative, si potrà procedere con la riapertura del ponte al traffico. L’impresa inizierà i lavori il 26 agosto.
«Sono perfettamente consapevole – così il vicepresidente dell’amministrazione provinciale Emanuele Ramella Pralungo – dei disagi che questa chiusura sta comportando per la bassa Valle Elvo e per il biellese occidentale, tant’è che il sottoscritto, insieme agli uffici, ha fatto i salti mortali per riuscire a trovare una soluzione che possa risolvere la questione nel più breve tempo possibile. La garanzia ottenuta dall’impresa di avere il ponte agibile entro l’inizio del nuovo anno scolastico è sicuramente risultato straordinario, tanto più se pensiamo che in questi giorni le imprese stanno chiudendo per le ferie estive. L’impegno economico è notevole, ma stiamo già predisponendo una variazione di bilancio per stanziare la somma necessaria»
«Ci muoveremo a breve per chiedere un rimborso, anche parziale, della somma alla Regione Piemonte – conclude Ramella Pralungo – e a tal proposito voglio rivolgere un sentito grazie al consigliere regionale Michele Mosca, unico rappresentante del territorio che si è attivamente interessato e mosso per questa problematica».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *