Seguici su

Attualità

Situazione dei treni a Biella critica, richiesto il ripristino delle corse sospese causa Covid-19

Pubblicato

il

BIELLA – Riportiamo integralmente la lettera di richiesta ripristino delle corse ancora sospese sulle linee ferroviarie della Provincia di Biella scritta dall’Associazione Pendolari e Trasporti Biellesi, in condivisione con il “Coordinamento Mobilità Integrata e Sostenibile ed il Gruppo Ferrovie Biellesi.

“L’Associazione Pendolari e Trasporti Biellesi, in condivisione con il “Coordinamento Mobilità Integrata e  Sostenibile ed il Gruppo Ferrovie Biellesi, pone alla vostra attenzione l’attuale situazione di contrazione del  servizio ancora in atto da marzo 2020 sulla linea Novara Biella Santhià, di cui si espongono, qui di seguito, le  principali criticità, chiedendone soluzione concreta entro metà Maggio 2021.

Le attuali problematiche sono state più volte segnalate nei mesi passati, a partire da settembre 2020, ma al  momento non hanno visto risoluzione, causando a tutt’oggi disservizi e l’impossibilità di utilizzare la mobilità su  ferro in alcune fasce orarie pendolari feriali e nei week end.

Le richieste di ripristino del servizio pre-covid (cosi come avvenuto per servizio SFM da 2/1/21) si fondano sul  fatto che a partire dalla settimana scorsa vi è stato un forte aumento dei viaggiatori pendolari, a cui si è  sommata l’utenza studentesca a fronte della riapertura delle attività scolastiche in presenza soprattutto  universitarie fino al 100%, con picchi di occupazione del 100% dei posti disponibili sui treni del mattino in  uscita da Biella.

Quanto esposto, si aggrava con la determina Reg Gen n° 811 del 31/12/2020 dell’Agenzia della Mobilità  Piemontese, che estende fino al 30 giugno 2021, l’espletazione, con provvedimento di emergenza ed  imposizione a Trenitalia, del servizio ferroviario SFR, con garanzia di svolgimento dei servizi minimi  attuali, in attesa della sottoscrizione del contratto di servizio di lunga durata entro il 1° semestre 2021.  Emerge in modo oggettivo l’insostenibilità ed inadeguatezza di mantenere l’attuale servizio ridotto in fascia  pendolare e week end per ulteriori 6 mesi, in vista di un aumento consistente della mobilità nei prossimi mesi.

 

Criticità da risolvere

a) Biella Santhià: mancanza rinforzo feriale h 7.20 e primi treni del mattino h 5.50 Bi-Sa e ritorno :   Necessario ripristino delle corse mancanti dal 10/05/21- (già presente rinforzo serale alla mezz’ora).

b) servizio sabati e giorni festivo: forte riduzione del servizio pari al 45% al sabato e di oltre il 60% nei   festivi, del tutto INSOSTENIBILE che rende INUTILIZZABILE il servizio ferroviario nei week end:  Necessario ripristino del servizio orario al sabato su entrambe le linee e di un servizio biorario festivo

I viaggiatori, sollecitando il ripristino delle corse, pongono nuovamente un focus particolare sulle problematiche  qui sotto riportate:

– servizio orario sabato, dando copertura alla fascia mattutina (oggi servizio scarno e non continuativo) per il  rientro studenti dai poli universitari e alla fasce serale Novara Biella 21.04 e Santhià Biella delle ore 21.50 (  oggi ultime corse per Biella da Novara h 19.04 e Santhià 20.50 ed eliminando i “buchi di orario” di 5 ore su Biella  Novara ( 9.02 – 14.02) e 6 ore su Biella Santhià (9.51 – 14.51)

– servizio biorario festivo: i viaggiatori ( soprattutto studenti) evidenziano la mancanza delle corse delle 20.04  per Novara e delle 20.48 per Santhià per raggiungere i poli universitari.

Si lamenta “un buco” nell’orario festivo della Biella Santhià di 6 ore ( dalle 8.48 e alle 14.48) e Biella Novara ( 4  ore dalle 10.04 alle 14.04), con mancanza dei rientri su Biella da Novara alle 21.04 e Santhià 21.48, come già  avviene nei feriali.

E tu cosa ne pensi?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *